Accessori

pubblicato il 17 maggio 2013

Parcheggia facile con Easy-P

L’azienda lombarda propone una linea completa di parcheggiatori per moto da usare nel box

Parcheggia facile con Easy-P
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 1
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 2
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 3
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 4
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 5
  • Sistemi parcheggia moto Easy-P - anteprima 6

La convivenza tra moto e auto all’interno dello stesso box è sempre complessa e il motivo è molto semplice. Le auto sono grosse e le moto piccole e di conseguenza… ubi maior, minor cessat dicevano i latini. Va da sé che di solito all’interno di un garage familiare è sempre la moto a subire l’ingombrante presenza dell’auto e a doversi rintanare in un angolino.
Se però avete bisogno di ottimizzare al meglio gli ingombri e volete sfruttare lo spazio a disposizione fino all’ultimo centimetro quadrato, e soprattutto non volete diventare matti con le manovre, potreste provare un sistema parcheggia moto come quelli prodotti dalla Easy-P. L’azienda lombarda è titolare di un brevetto depositato e produce da anni dei sistemi per facilitare il posteggio della moto nel box.

La gamma di parcheggia-moto Easy-P 2013 abbraccia oggi tutte le esigenze e le possibili differenze geometriche esistenti tra le moto in commercio, in modo da offrire a chiunque il prodotto giusto per la propria moto. I modelli disponibili sono quattro, più una variante per moto più leggere e un modello appositamente disegnato per la Honda Goldwing. La filosofia alla base del progetto è quella di essere modulare, e quindi montando diverse componenti attorno ad alcuni moduli base vengono ottenute le varianti di prodotto.

DA 1 A 4: TUTTA LA FAMIGLIA EASY-P
La famiglia dei parcheggia-moto Easy-P si articola su quattro modelli. L’Easy-P 1 (204 euro) è il più compatto ed è pensato per moto e scooter fino a 450 kg dotati di cavalletto centrale. Il modello 1 funziona poggiandoci sopra il cavalletto, che quindi risulta su ruote. Questo modello, quindi, è consigliato per ambienti grandi, perché la ruota anteriore resta poggiata a terra, e ciò rende le manovre meno agili. Stessa filosofia per l’Easy-P 2 che costa 256 euro ed è studiato per moto con il solo cavalletto laterale. In questo caso, sul parcheggiatore vengono poggiate sia la ruota posteriore che il cavalletto e anche in questo caso la ruota anteriore resta a terra limitando un po’ i movimenti.

Il massimo della facilità d’uso si ottiene con gli Easy-P 3 e 4 poiché in ambo i casi la moto è completamente sollevata dal suolo e poggia su ruote piroettanti. Il modello 3 funziona con il cavalletto centrale e poggia su otto ruote e la sua piastra anteriore è sufficientemente larga da permettere l’inserimento del bloccasterzo. Di questo modello sono disponibili tre varianti: la più piccola (302 euro) ha portata di 280 kg, quella standard (344 euro) carica moto fino a 450 kg e la "Gold Wing" (480 euro) è appositamente dimensionata per la supertourer Honda.

Ultimo è l’Easy-P 4, che costa 363 euro ed è destinato a moto fino a 450 kg con il solo cavalletto laterale. In questo caso le pedane sono due e quindi le ruote sono entrambe sollevate dal suolo e poggiano su 10 ruote piroettanti. L’azienda ci tiene a precisare che la pedana posteriore è dimensionata per accogliere pneumatici fino a 240 mm di sezione per soddisfare anche le esigenze dei customisti più incalliti.
Maggiori informazioni su www.easy-p.it.

Easy-P 4

Easy-P 4

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Accessori , 1000 , 600 , accessori , curiosità , tecnica , 800 , 1200 , 1400


Top