Itinerari

pubblicato il 15 maggio 2013

Le nuove guide Michelin 2013

La casa del Bibendum rinnova tre linee di guide turistiche. Scopriamo insieme le più adatte a viaggiare in moto

Le nuove guide Michelin 2013
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 1
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 2
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 3
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 4
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 5
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Isole - anteprima 6

"La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre": così diceva Einstein e così Michelin inaugura la descrizione delle rinnovate guide turistiche che da sempre contraddistinguono la Casa del Bibendum. Accanto alla famosissima guida dalla copertina Rossa, l’offerta dedicata ai viaggiatori più appassionati si declina in varie pubblicazioni, ognuna adatta a un tipo di viaggiatore. Le proposte si articolano su quattro diversi modi di intendere il turismo: la Guida Verde, la più famosa e completa guida Michelin; la Guida Weekend specifica per visitare città e capitali di tutto il mondo in pochi giorni, la Guida Il Meglio di… che raccoglie i luoghi più imperdibili di molte regioni europee e, ultima, la Guida Plein Air, destinata essenzialmente ai camperisti.

VIAGGIO IN MOTO, COSA SCELGO?
Le scelte migliori per il viaggiatore motociclista sono sicuramente la Guida Verde e Il meglio di…, visto che le altre due proposte sono una essenzialmente dedicata a un turismo cittadino a piedi e l’altra a chi viaggia in camper.
La Guida Verde è un classico di Michelin, nato addirittura nel 1926, e di solito è il complemento ideale della "Rossa". Come ogni guida turistica, suo obiettivo è suggerire itinerari, descrivere paesaggi, città e monumenti, dare informazioni pratiche. La specificità della Guida Verde Michelin sta nelle stelle (da una a tre), che brillano su paesaggi, città e capolavori, rendendoli immediatamente visibili e facilitando la visita di chi non vuole perdersi il meglio.
L’attribuzione delle stelle richiede la competenza e la passione dei redattori della Guida Verde. Sono loro, parte del personale Michelin, che ideano gli itinerari, li percorrono, li descrivono, scelgono le immagini e collaborano con i cartografi per la creazione di carte e piante di città e seguono l’impaginazione della guida fino alla correzione delle bozze e alla pubblicazione.
Oltre alle stelle, l’altra caratteristica importante della Guida Verde Michelin è il modo di vivere il viaggio. Ogni pagina cerca di trasmettere l’atmosfera di ogni tappa e ogni destinazione, quel genius loci che si nasconde negli angoli suggestivi e nei locali tipici, che solo quelli del posto conoscono. Per il 2013 la Guida verde, che prevede un totale di 31 edizioni in Italiano, ha subito un restyling a tutto tondo che prevede una nuova grafica che richiama un articolo di giornale, il Riepilogo degli "Imperdibili": i luoghi stellati visibili in un quadro d’insieme, le tabelle sintetiche: proposte di itinerari di varia durata, i principali musei delle grandi città con i giorni di apertura, le attività per la famiglia, i tipi di soggiorno (naturalistico, culturale, balneare), le spiagge più belle, i Codici QR: per visualizzare sullo smartphone le carte interattive di ViaMichelin Mobile, i Box "I miei consigli", con l’Omino Michelin che consiglia caffè, ristorantini, trattorie, negozi e altri indirizzi sfiziosi per ogni quartiere.

L’altra possibilità, sicuramente apprezzata dai motociclisti, è la collana di guide "Il meglio di…", a nostro avviso perfette per chi viaggia in moto perché riassume una selezione dei posti più belli e degli itinerari della durata pochi giorni, e quindi lascia spazio a chi vuole viaggiare per guidare il tempo di dedicarsi alla moto. Utile la sezione degli Itinerari su misura, con suggerimenti per combinare i diversi itinerari a seconda dei gusti e del tempo a disposizione: un weekend lungo, una settimana, natura, enogastronomia, arte etc. Tra le tante tematiche trattate, non manca quella spesso più cara ai motociclisti: l’enogastronomia, perché "il meglio di" una regione sono anche i suoi vini, i suoi formaggi, i suoi piatti tradizionali.
Come nella Guida Verde, anche nel Meglio di… ritroviamo le stelle Michelin per indicare il valore artistico, storico e turistico di paesaggi, città e monumenti. Non manca una carta generale che evidenzia tutti i luoghi stellati e la Carta Stradale Michelin in omaggio, che presenta una visione d’insieme della regione.

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 1
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 2
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 3
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 4
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 5
  • Le strade più belle d\'Italia - Le Alpi - anteprima 6

Autore: Redazione

Tag: Itinerari , 1000 , 600 , curiosità , turismo , viaggi , libri , 800 , 1200 , 1400


Top