Attualità e Mercato

pubblicato il 6 maggio 2013

Codice della Strada: quando con la religione la legge... non lega

Un indiano ha pensato di modificare il casco per far entrare il turbante. I Vigili Urbani lo multano

Codice della Strada: quando con la religione la legge... non lega

Di notizie strane ne girano, ma questa non possiamo non segnalarla, perchè sta in mezzo tra una vera e propria news ed una curiosità di quelle veramente strane. Un indiano è stato multato dai Vigili Urbani perchè ha modificato il proprio casco per riuscire a far entrare il turbante. E’ accaduto a Treviso, ma pare che non sia il primo caso... anzi, nella Provincia di Vicenza, dove trova dimora una grossa comunità di sikh, pare proprio che fiocchino le multe!

Un qualcosa di infinito... che vede da una parte la legge italiana che impone l’utilizzo del casco alla guida di una due ruote, e dall’altra la religione e le tradizioni degli indiani che indossano il turbante. L'ultimo caso, ha addirittura pensato di "scavare" per far entrare la folta capigliatura all’interno del casco! A nulla sono valse le spiegazioni dell’uomo contro la Polizia Municipale di Treviso (ha dichiarato che la sua religione non gli permette, in un luogo pubblico, di togliersi il turbante), che lo ha multato (80 euro), gli ha confiscato il casco modificato e naturalmente ha messo in fermo amministrativo per due mesi il ciclomotore.

A OggiTreviso.it, il ViceComandante del Corpo di Polizia Locale di Treviso, Roberto Mazzon, ha così dichiarato: "E' la prima volta che ci capita un fatto simile e non sappiamo come si comportino gli altri utenti della strada della stessa religione e che vivono in Italia. Consultando tuttavia i motori di ricerca di Internet abbiamo capito che la questione posta oggi dall'indiano di Treviso non é poi così rara e che non mancano, in Italia, casi di conflitto fra le norme imposte dal codice della strada e gli utenti che indossano un turbante. Anzi, abbiamo notizie che in alcune città i sikh non si preoccupano nemmeno di coprire il loro vistoso copricapo con qualcosa che somigli ad un casco mentre si spostano con il ciclomotore".

[Fonte OggiTreviso.it]

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , varie , codice della strada


Top