Attualità e Mercato

pubblicato il 2 maggio 2013

Husqvarna: continuano le proteste degli impiegati. Cala il buio...

Il 3 maggio arriverà la risposta dalla Pierer Industrie AG sul futuro dell’azienda italiana

Husqvarna: continuano le proteste degli impiegati. Cala il buio...

Come finirà Husqvarna Motorcycles? Vi forniamo un aggiornamento sulla situazione della Casa italiana, che ricordiamo è stata venduta da BMW Motorrad alla Pierer Industrie AG. Abbiamo analizzato dettagliatamente la situazione nei scorsi giorni (leggi l’aricolo) e vi abbiamo poi fornito la lettera di un gruppo di dipendenti. Le cose stanno naturalmente procedendo; andiamo a vedere cosa sta accadendo.

Nella giornata di lunedì 29 aprile, è stato indetto uno sciopero di quattro ore nel pomeriggio, a partire dalle ore 13:30 presso Piazza Monte Grappa che, ricordiamo, era per protestare contro la cassa d’integrazione straordinaria per 212 dei 239 dipendenti. Come sono arrivati due manager di Pierer Induestrie AG, sono partiti i fischi, le proteste e gli applausi (naturalmente ironici) contro i due, giunti su Porsche Panamera: Herr Kohlhuber e Herr Brandtstatter. I due, nella sede di Univa, si sono così incontrati con i sindacati delle sigle Fim Cisl e Fiom Cgil. Una "battaglia" dove Nino Cartosio della Fiom Cgil ha così dichiarato a Varesenews.it: "Un metodo pessimo perché la KTM ha mandato avanti la procedura prima di fare l’accordo. Solitamente si fa il contrario".

Si è dunque tenuta una vera e propria trattativa, con da un lato i sindacati, rappresentati da Flavio Cervellino (Fim Cisl) e Nino Cartosio (Fiom Cgil), e dall’altro i due rappresentanti di Pierer Industrie AG. Per ora si sa solo che si inizierà con un anno di cassa integrazione straordinaria, ma i sindacalisti hanno chiesto di prolungarlo per ulteriori 12 mesi, in base al piano industriale che eventualmente presenterà l’azienda. Per ora dunque, non si è concluso ancora nulla. Pierer Industrie AG darà una risposta sul futuro nella giornata del 3 maggio 2013 (domani N.d.R.). Non resta che aspettare qualche ora...

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , mercato


Top