Sport

pubblicato il 28 aprile 2013

WSBK 2013, Assen, Gara 2: Eugene Laverty batte Tom Sykes in volata

Grande lotta in testa ed anche per il terzo posto tra Baz, Guintoli e Rea

WSBK 2013, Assen, Gara 2: Eugene Laverty batte Tom Sykes in volata

Non riesce a Tom Sykes il weekend perfetto e dopo superpole e dominio in Gara 1 il britannico della Kawasaki è costretto ad arrendersi ad un deciso sorpasso a quattro giri dalla fine da parte dell'Aprilia di Eugene Laverty.

Rimasto in scia alla "verdona" di Sykes per gran parte della corsa, "Norge" ha sorpreso il rivale con un deciso sorpasso alla veloce piega destrorsa della "Ruskenhoek", cui il vice-Campione del Mondo in carica non è stato in grado di rispondere. Infatti il pilota della casa di Noale è stato bravissimo a chiudere tutte le porte e a resistere ad un ultimo assalto in accelerazione verso il traguardo, passando con 9 centesimi di vantaggio sull'avversario. Questo risultato rilancia le quotazioni del pilota di passaporto irlandese in campionato.

La classifica iridata comunque vede ancora Sylvain Guintoli al comando, che ad Assen chiude con un terzo posto nella prima corsa ed un sesto nella seconda, in cui è crollato nel finale dopo aver a lungo battagliato per il gradino più basso del podio con Loris Baz. Il francese è stato scavalcato negli ultimi giri da Johnny Rea e Chaz Davies.

Non è stato invece un weekend da ricordare per Marco Melandri, ottavo nella seconda manche dopo esser passato dal sesto posto che occupava a metà gara all’undicesimo posto, per poi recuperare scavalcando Michel Fabrizio (9°) e la prima Ducati 1199 Panigale R affidata a Carlos Checa, 10° a 32″ dal vincitore (in Gara 1 erano 35", segno che quello è il distacco della moto bolognese dai primi).

A terra Davide Giugliano dopo il 6° posto nella prima sfida. Per lui un bel avvio avvio di gara che gli aveva permesso di essere in piena lotta per il podio.

Autore: Fulvio Cavicchi

Tag: Sport


Top