Sport

pubblicato il 27 aprile 2013

WSBK 2013, Assen: Sykes conquista la Superpole

Il pilota della Kawasaki fa il vuoto con Rea e Laverty in prima fila con lui

WSBK 2013, Assen: Sykes conquista la Superpole

Per come era andato il weekend fino ad ora l'esito della Superpole di Assen appariva quasi scontato e Tom Sykes non ha tradito le aspettative: il pilota della Kawasaki ha infatti conquistato la sua seconda partenza al palo consecutiva nel Mondiale Superbike 2013 dopo quella di Motorland Aragon.

Il vice-campione del mondo in carica ha sfoderato un gran giro in 1'35"043, avvicinandosi davvero tanto al best lap assoluto del tracciato olandese che era stato realizzato da Jonathan Rea nel 2010. E proprio il pilota della Honda è stato la grande rivelazione di questa Superpole, riuscendo a piazzare la sua CBR1000RR al secondo posto sulla pista di casa del Team Ten Kate: proprio sotto alla bandiera a scacchi il britannico ha realizzato un interessante 1'35"639 con cui si candida ad un ruolo da outsider anche per le due gare di domani.

La prima fila si completa poi con l'Aprilia di Eugene Laverty, che si è visto però rifilare ben otto decimi da Sykes. Il pilota nordirlandese comunque si può consolare per essere riuscito a vincere il derby interno alla squadra ufficiale della Casa di Noale con il leader del Mondiale Sylvain Guintoli, che aprirà la seconda fila in quarta posizione.

Accanto al francese ci sarà il connazionale Loris Baz, che si merita un applauso per l'impresa compiuta all'ultimo giro: dopo aver sprecato le sue gomme da qualifica, il pilota della Kawasaki è riuscito a portare la sua ZX-10R in quinta posizione con una gomma da gara, saltando davanti ad un Davide Giugliano che non è parso particolarmente soddisfatto a fine Superpole.

Non è stata una sessione da ricordare neppure per la BMW: Marco Melandri ha fatto dei passi avanti con la messa a punto della sua S1000RR, ma si è dovuto accontentare del settimo tempo. E' andata anche peggio al compagno di squadra Chaz Davies, che ha patito un problema tecnico, che gli ha impedito di utilizzare la gomma da tempo, facendolo eliminare nella Superpole 1 insieme ad Ivan Clementi e Vittorio Iannuzzo.

Il quadro delle prime tre file si completa poi con la Ducati di Carlos Checa, che è un po' mancata nell'ultimo segmento dopo aver fatto discretamente nei primi due, e con l'Aprilia di Michel Fabrizio. Nella Superpole 2 hanno invece salutato la concorrenza Jules Cluzel, Ayrton Badovini e Max Neukirchner, che quindi si andranno a schierare in quarta fila. Il pilota ufficiale della Ducati ha pagato una mano un po' dolorante a causa della caduta di questa mattina, ma la sua presenza nelle gare di domani non è in dubbio.

World Superbike - Assen - Superpole

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top