Sport

pubblicato il 26 aprile 2013

WSBK 2013, Assen, Q1: Sykes vola sul bagnato

Il pilota della Kawasaki stacca di quasi 2" le due Aprilia ufficiali

WSBK 2013, Assen, Q1: Sykes vola sul bagnato

La pioggia battente non ha dato tregua ai piloti del Mondiale Superbike neanche nel primo turno di prove ufficiali del round di Assen, che ha comunque fornito almeno uno spunto interessante: dovesse piovere anche domenica, non si può non indicare come grande favorito Tom Sykes visto quello che è riuscito a fare in questa Q1.

Il pilota della Kawasaki ha ritoccato sensibilmente il crono che aveva realizzato nelle libere di questa mattina, scendendo fino a 1'57"190, ma soprattutto ha rifilato la bellezza di 1"6 al diretto inseguitore, che si è confermato nuovamente il leader del Mondiale Sylvain Guintoli in sella all'Aprilia RSV4 ufficiale.

Solo le due moto factory della Casa di Noale sono riuscite a contenere al di sotto dei 2" il loro distacco da "The Grinner", con Eugene Laverty che è andato ad occupare la terza posizione distanziato di 1"8. Tre decimi più indietro troviamo Marco Melandri, che quindi si conferma piuttosto a suo agio sul bagnato con la sua BMW, pur pagando 2"1 da Sykes.

Il ravennate apre un terzetto di piloti italiani di cui fanno parte anche Davide Giugliano ed Ayrton Badovini, con quest'ultimo che si è reso protagonista di una scivolata nel finale, ma che in questo weekend sembra aver ingranato meglio rispetto al compagno di squadra Carlos Checa, nuovamente nono con la seconda Ducati 1199 Panigale R ufficiale.

Tra i due portacolori della Casa di Borgo Panigale si sono inserite la Honda di Jonathan Rea e la Suzuki di Jules Cluzel. Destini opposti invece per i loro compagni di squadra: mentre il ginocchio di Leon Camier, autore del decimo tempo, sembra rispondere bene e dovrebbe permettergli di risalire sulla sua GSX-R1000 anche domani, gli accertamenti effettuati su Leon Haslam hanno evidenziato una frattura della tibia sinistra ed ora il britannico è in viaggio verso Groningen, dove dovrebbe essere operato da uno specialista.

Tornando alla classifica, stupisce vedere il mattatore di Aragon, ovvero Chaz Davies, solamente in 14esima posizione ad oltre 6" di distacco. Il portacolori della BMW è stato però anche lui protagonista di una scivolata nelle prime fasi del turno e lo ha pagato a caro prezzo in classifica.

World SBK - Assen - Qualifica 1

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top