Eventi

pubblicato il 23 aprile 2013

200 Miglia di Imola Revival 2013

A Imola, Agostini, Cadalora e tanti altri campioni... per un “salto nel tempo”

200 Miglia di Imola Revival 2013
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 1
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 2
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 3
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 4
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 5
  • 200 Miglia di Imola Revival 2013 - anteprima 6

Ogni anno, la 200 Miglia di Imola Revival è sempre più bella da vedere, con quel "profumo" d’affetto, di nostalgia e di passione per le epiche due ruote d’antan. Moto protagoniste della quarta edizione, andata in scena lo scorso week-end presso l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola per una tappa storia, sessanta anni esatti dall’apertura del circuito romagnolo.

Una tre giorni, per la kermesse imolese, che ha visto due vere leggende della storia sportiva di Yamaha come protagoniste: il quindici volte Campione del Mondo Giacomo Agostini, primo pilota italiano a conquistare la 200 Miglia di Imola nel 1974, e Luca Cadalora, ex pilota modenese tre volte iridato. Le due star sono state ospiti d’onore di Yamaha, partner ufficiale dell’evento da tre anni. Un’occasione per mostrare ai tanti appassionati presenti i modelli che hanno segnato l’epoca delle competizioni agonistiche di ieri e di oggi.

Graziati da una splendida giornata di sole, i due, come tutto il pubblico, hanno visto ulteriori partecipanti con nomi ben noti nello sport, come il sette volte Campione del Mondo Phil Read, il venezuelano bicampione Mondiale Carlos Lavado e l’ex Campione del Mondo SuperSport Fabrizio Pirovano. I piloti sono dunque tornati ad indossare nuovamente le (ehm... sempre più attillate) tute in pelle, rigorosamente in stile vintage, per poi salire in sella a leggendarie moto da corsa per sfidarsi su quello che è stato per anni e continua ad essere il teatro di interminabili duelli tra campioni di diverse generazioni.

Ago e Cadalora hanno girato prima rispettivamente in sella alla "scorbutica" due tempi Yamaha YZR-500 n°1 bianco-rossa Campione del Mondo nel 1986 con lo statunitense Eddie Lawson (appartenente alla collezione del Team Radiant) ed alla storica YZR-250 n.5 del 1990, per poi, a turno, provare a "domare" una Yamaha YZR-M1 MotoGP ufficiale del team Yamaha Factory Racing in edizione 50th Anniversary, con la speciale tabella "1Ago + 3Luca".

Tra sessioni in pista ed incontri con i tifosi per le sessioni di autografi e foto, sempre accanto a numerosi gioielli d’epoca tre diapason, appartenenti ai due Club Ufficiali Yamaha TZ Italia e RD Series, i due piloti sono stati anche protagonisti del lancio di una speciale iniziativa benefica: il celebre collezionista Pierluigi Poggi, proprietario della Collezione Moto Poggi COMP, esposizione privata di moto Yamaha da competizione più esclusiva al Mondo aperta eccezionalmente durante il week-end, ha infatti donato un esemplare di Yamaha TZ-250 del 1998 appartenente alla propria collezione, ed autografata per l’occasione da Agostini e Cadalora, all'Associazione "La Nostra Famiglia" di Bosisio Parini (LC), giunta quest’anno al suo 50esimo anno di attività ed attualmente impegnata nel progetto di sviluppo "Ospedale Amico". L’ambita TZ-250 andrà al collezionista più generoso, ed il ricavato andrà a sostenere a significativa iniziativa benefica.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Eventi , pista , curiosità , varie , personaggi , epoca , piloti , personaggi famosi , vintage


Top