Novità

pubblicato il 29 marzo 2013

Michelin lancia il Pilot Street Radial

La Casa del Bibendum propone il primo radiale sviluppato appositamente per le piccole cilindrate

Michelin lancia il Pilot Street Radial
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 1
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 2
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 3
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 4
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 5
  • Michelin Pilot Street Radial - anteprima 6

Il 2013, insieme al 2012 è un anno molto importante per la Michelin, perché nel corso di soli 24 mesi la Casa del Bibendum ha rinnovato completamente la gamma di pneumatici moto. In questi giorni, infatti, siamo in Algarve per vedere da vicino tutti e sei i nuovi prodotti 2013 della casa transalpina e per provarne alcuni su strada e in pista.
Nei due giorni passati a Portimao abbiamo seguito tantissimi workshop studiati da Michelin per descrivere convenientemente le nuove coperture, e abbiamo potuto provare i nuovissimi Power SuperSport, gomma race replica proposta per un uso 50% pista e 50% strada, il Pilot Power 3, consigliato per un uso 85% strada e 15% pista, ma soprattutto l’attesissimo Anakee 3 copertura dedicata alle maxi enduro on-off, che sostituisce l’Anakee 2.

PILOT STREET RADIAL: IL PNEUMATICO GLOBALE
Ma non basta, perché una delle novità più interessanti di Michelin è un nuovo pneumatico pensato e prodotto per il mercato motociclistico globale di oggi. Sì, a quanto pare ormai l’Europa è diventato un mercato poco rappresentativo in termini globali, e sono sempre più in mercati emergenti a dettare le nuove regole di prodotto. Scriviamo così perché la novità che Michelin lancia nel 2013 è il Pilot Street Radial, prima gomma radiale progettata per equipaggiare moto di cilindrata 250 e 300 cc. I mercati emergenti, infatti, stanno sempre più popolandosi di moto di cilindrata ridotta, moto che hanno però ciclistiche moderne che sarebbero in grado di sopportare potenze ben superiori a quelle installate. I numeri dei mercati emergenti sono di assoluto rilievo, basti pensare che il mercato indonesiano ha fatto registrare medie annuali di 50mila unità immatricolate, e che quello brasiliano ha toccato punte di 80mila. Le stime fatte dalle aziende, e dalla stessa Michelin, dicono che questi segmenti diventeranno sempre più importanti anche nei mercati "maturi" come quello europeo, ed ecco quindi giustificata la definizione di pneumatico globale.

Il nuovo Pilot Street Radial è stato pensato per offrire alle moto di cilindrata ridotta una copertura ad alte prestazioni che renda giustizia alle ciclistiche delle moderne moto entry level. Montare un pneumatico radiale anziché uno con carcassa a tele incrociate consente di migliorare la risposta generale della gomma e soprattutto la sua maneggevolezza. Il Michelin Pilot Street Radial, inoltre, ha una mescola composta al 100% di silice che garantisce sia una aderenza ottimale sul bagnato, che una costanza di rendimento nel tempo e lunga durata della gomma.
Il Pilot Street Radial è un discendente diretto del Michelin Pilot Road 2, quindi ha tutti i cromosomi di un prodotto stradale ma con chiara indole sportiva. Le misure attualmente disponibili sono tre, e con esse Michelin copre già il 90% del parco circolante, ma per il 2014 è previsto un ampiamento della gamma anche a cilindrate leggermente superiori.
Torneremo presto a parlare di questo pneumatico non appena si renderà disponibile per un test.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , mercato , gomme , tecnica


Top