Attualità e Mercato

pubblicato il 27 marzo 2013

Primo soccorso: il 93% non sa cosa fare!

Soccorrere un ferito con tempestività può essere determinante per la sopravvivenza

Primo soccorso: il 93% non sa cosa fare!

Ecco un dato che fa riflettere tutti. Si parla di primo soccorso stradale, e lo studio è di EuroTEST, condotto in 14 Paesi europei dagli Automobile Club in collaborazione con la Croce Rossa. Secondo le statistiche, il 93% degli italiani, in caso di incidente non saprebbe soccorrere un ferito!

Pare che solo il 14% degli intervistati ha risposto correttamente su come la prima cosa da fare sia mettere in sicurezza il luogo dell’incidente. Il 61,5% non ha mai seguito un corso di primo soccorso ed infine il 10,4% ha ricevuto qualche nozione solo per il fatto di aver conseguito la licenza di guida. Dati preoccupanti...

Non è certo una novità, lo sanno tutti che saper intervenire correttamente sul ferito, sarebbe cosa essenziale per la sopravvivenza di questo. La metà dei decessi nei sinistri stradali, infatti, avviene entro pochi minuti dall’incidente, quindi è fondamentale saper cosa fare con alcuni accorgimenti prima dell’arrivo dello staff medico o delle Forze dell’Ordine.

Ancora una volta ci spetta dunque un primato negativo a livello europeo: nonostante il 62,3% degli utenti della strada si dichiari in grado di intervenire, il 97,5% non conosce pienamente le procedure da seguire (è la percentuale più alta in Europa); l’85,5% non sa che il numero europeo di emergenza è il 112; il 93,4% non riesce ad accertare le condizioni della vittima; il 90,8% non sa cosa fare se il ferito è incosciente e non respira; il 98,7% si blocca in presenza di gravi ferite e sanguinamenti. In un’esercitazione pratica il 92,1% non riesce a porre la vittima nella posizione di sicurezza (ed anche in questo siamo tristemente primi in Europa) e l’85,5% non sa come eseguire il massaggio cardiaco e la respirazione artificiale.

All’estero, in ogni caso, il quadro non è poi così diverso dal Bel Paese: in Europa due automobilisti su tre si dichiara pronto ad intervenire ma poi, nei fatti solo il 18% sa cosa fare, però il 68% ha seguito un corso di primo soccorso. E’ una cosa che "tocca" soprattutto noi utenti delle due ruote, visto che siamo una categoria più a rischio rispetto a quella delle quattro ruote.

Autore: Daniele Pizzo

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , varie , sicurezza , incidenti


Top