Attualità e Mercato

pubblicato il 20 marzo 2013

Veicoli elettrici: nasce la prima rete di Soccorso Stradale

Il Gruppo IMA Italia Assistance curerà l’assistenza h24

Veicoli elettrici: nasce la prima rete di Soccorso Stradale

Elettrico nelle auto come nelle moto o scooter che sia, è sempre più presente. Sono in tanti che comprano un veicolo a emissioni zero per poter circolare ovunque, risparmiare e non inquinare. Ma cosa succede se... si rimane in strada? Un normale carro attrezzi, spesso e volentieri si limita ad una tanica di benzina, i cavi per avviare il mezzo e qualche attrezzo. E il veicolo elettrico... che va a batteria?

Ecco la novità nel campo dell'assistenza stradale dunque. Sbarca anche nel Bel Paese il primo servizio dedicato ai veicoli ibridi ed elettrici. La cosa è proposta dal gruppo IMA Italia Assistance che lancia il network di soccorso specializzato per le quattro e le due ruote ecologiche. Si tratta di una rete di assistenza certificata e completa, in grado di intervenire per la messa in sicurezza dei mezzi ibridi ed elettrici su tutto l’Italia.

Nicola Albarino, responsabile direzione rete fornitori di IMA Italia Assistance così spiega: "Davanti ad un mercato in profonda espansione, abbiamo predisposto un network specializzato. Le auto ibride ed elettriche necessitano una particolare specializzazione: non chiunque può soccorrere un automobilista in panne. Abbiamo formato ogni singolo Centro Ima con uno specifico corso per arrivare a quella che tecnicamente viene chiamata ‘abilitazione di livello 1’: IMA è la prima società di assistenza certificata ad avere un network interamente abilitato".

Albarino poi continua così: "È cresciuta l'attenzione che le case automobilistiche e motociclistiche hanno messo nella progettazione di nuove soluzioni ibride, studiando soluzioni sempre più ecologiche, ma al contempo complesse, e proponendo modelli altamente innovativi. Sono ancora numeri piuttosto piccoli se confrontati all'intero mercato auto e moto, ma sono numeri che evidenziano nuove esigenze e richiedono nuove soluzioni. Nessun mezzo è immune dagli imprevisti. Ma cosa fare quando si resta in panne con un mezzo elettrico o ibrido? Una cosa è fondamentale sapere: non tutti possono intervenire. Non sono applicabili le modalità di intervento utilizzate per i tradizionali veicoli termici (benzina e diesel). Le auto e le due ruote elettriche hanno delle specifiche caratteristiche e sono diverse tra loro. Per esempio, prima di intervenire è necessaria la messa in sicurezza, quindi occorre scaricare le tensioni capacitative del veicolo. Inoltre, per le auto è vietato il traino con le ruote anteriori sospese perché si potrebbe generare corrente ad alta tensione durante il trasporto. Servono specialisti, tecnici opportunamente formati per evitare di amplificare eventuali danni o addirittura provocare incidenti".

Il Gruppo IMA Italia Assistance può vantare una crescente rete capillare composta ad oggi da 500 soccorritori stradali in grado di intervenire ovunque, in modo tempestivo 24 ore su 24 in tutta Italia. La formula proposta "all in one" è un ulteriore segno distintivo del network: il centro IMA, oltre a svolgere l'attività di soccorso stradale si occupa anche della riparazione del veicolo (officina e carrozzeria) e della fornitura del veicolo sostitutivo. Tutto h24. IMA Italia, società del Gruppo Inter Mutuelles Assistance (IMA) nata in Italia nel 1990, da oggi penserà anche ai veicoli a zero emissioni!

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , emissioni zero , moto elettriche


Top