Novità

pubblicato il 13 ottobre 2006

BMW HP2 Megamoto

Mega, come le sue prestazioni!

BMW HP2 Megamoto
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 1
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 2
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 3
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 4
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 5
  • BMW HP2 Megamoto - anteprima 6

Di cosa si potesse fare con una HP2 in termini di edizione stradale, quelli della BMW ce ne avevano già dato anticipazione alcuni mesi fa, introducendo come opzione per la super-enduro un kit di trasformazione supermotard. Tutto sembrava finito lì ed invece, a Parigi, la Casa dell'elica ha voluto far vedere che con la fantasia si può abbattere ogni confine e con una buona base come quella della HP2 ci si può spingere ben oltre in tema di motard.

Talmente oltre che il nome scelto per questa moto non si fregia del solito superlativo "super": qui ci voleva il "mega", devono aver pensato a Monaco, e forse non hanno nemmeno tutti i torti. HP2 Megamoto, infatti, non solo introduce novità motoristiche di un certo rilievo - BMW dichiara più potenza e coppia ad ogni regime, anche se non si parla di numeri - ma anche novità ciclistiche piuttosto interessanti quanto inedite.

Ma come, direte voi? Più tradizionale di una forcella a steli rovesciati Marzocchi da 45 mm ed un ammortizzatore posteriore Ohlins, nel campo di chi vuole andare forte davvero, non c'è molto. E' vero, ma BMW in questi anni ci ha abituato a soluzioni assolutamente fuori dalla norma per quanto concerne il reparto sospensioni, ed in questo caso fa notizia come da una soluzione estrosa come il mono ad aria si sia passati a qualcosa di più "concreto".
Nuovo anche l'impianto frenante a doppio disco da 320 mm, abbinato a pinze Brembo a quattro pistoncini, così come sono nuovi per la HP2 i cerchi in lega, identici a quelli da 17" utilizzati dalla R 1200 R e gommati 120/70 e 180/55. Peso? Inferiore ai 200 kg.

Tra i maggiori imputati dell'aumento di potenza del propulsore troviamo l'impianto di scarico Akrapovic a doppia camera, ma se è l'aspetto estetico quello che vi piace di questo scarico, siamo certi che lo troverete in sintonia con il resto dei materiali plastici di nuova forma introdotti per l'occasione: nuovo il cupolino con gruppo ottico asimmetrico, il codone, i fianchetti, ma anche la sella...che tra l'altro è anche più bassa rispetto a quella della enduro.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , bicilindriche , supermoto


Top