Eventi

pubblicato il 10 marzo 2013

Motodays 2013: si chiude in bellezza

Il meteo incerto non ha fermato gli appassionati, pubblico record a Motodays

Motodays 2013: si chiude in bellezza
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 1
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 2
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 3
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 4
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 5
  • Motodays 2013 - Domenica - anteprima 6

La quarta giornata di Motodays 2013 ha visto un successo di pubblico notevole e neanche le nuvole e qualche "spruzzata" di pioggia hanno fermato gli appassionati del Centro-Sud Italia, pronti a fare la coda agli ingressi sin dalla mattina per non perdersi lo spettacolo in programma dentro e fuori ai padiglioni.
In mattinata, gli Harleysti di Motodays, partiti dai padiglioni della Fiera di Roma, hanno attraversato la città per raggiungere Via Dei Fori Imperiali, dove sono stati accolti dal Sindaco, Gianni Alemanno, per una foto davanti al Colosseo.

Alle 12, al pad. 3, momento di grande emozione sul Palco Radio Globo per la Premiazione "Speedy Seventy – Memorial Claudio Mannocchi". Un premio riservato ai personaggi, piloti e preparatori, che hanno caratterizzato la storia capitolina "racing" degli Anni Settanta e dedicato da Motodays Fiera di Roma a Claudio Mannocchi, ex-pilota di gare per derivate di serie scomparso recentemente. "Questo premio l’aveva ideato mio fratello nel novembre scorso e ci è sembrato giusto realizzare questo suo progetto anche adesso che lui non c’è più – ha detto Mauro Mannocchi, Presidente di Fiera Roma – è un modo per celebrare tutti quei personaggi che hanno reso importante quel periodo sportivo e voglio ringraziare per il supporto il Motoclub Yesterbike".

Roma e l'Autodromo di Vallelunga furono negli Anni Settanta teatro (e fulcro) di una notevole attività agonistica che si basò fondamentalmente sulle gare per "derivate di serie". Sul palco sono saliti personaggi del calibro di Carlo Murelli, storico preparatore Honda HRC, del tecnico Ducati e Mv Agusta, Gianfranco Lenci e tanti altri come, tra gli altri, Paolucci, Tittozzi, Travagli, Pizzuti e Andrea Imperiali, figlio del grande "Sor Augusto", al quale è stato dedicato un video toccante.

A proposito di sport romano, sul Palco Radio Globo, è salito in mattinata anche Michel Fabrizio, pilota Aprilia del team capitolino Red Devils. Michel, che ha chiuso al terzo posto nella prima manche il round d’apertura del 2013 corso a Phillip Island, ha rivissuto quei momenti emozionanti insieme ai tanti tifosi, lanciando un messaggio in vista del prossimo appuntamento di Aragon. "In Australia abbiamo fatto un gran risultato e il podio nella seconda ci è sfuggito di un soffio – ha detto il pilota dell’Anagnina – in Spagna punteremo a ripeterci ma per gli obiettivi a lungo termine aspettiamo metà stagione... io sono in forma e la moto ha un gran potenziale. Sono pronto a giocarmela con tutti".

I campioni del Trofeo Supertwins 2012, invece, sono saliti sul palco Radio Globo per un interessante "A tu per tu" con i piloti del Gentlemen’s Motor Club: tra questi, ancora Michel Fabrizio, Niccolò Canepa, Ilario Dionisi (campione italiano Supersport), Francesco Cocco ed Elia Veronesi (vincitore della Coppa Italia 2012). I piloti hanno ripercorso i momenti salienti della stagione passata e raccontato al pubblico le aspettative per quella appena iniziata.
Nell’area esterna, è stata ancora "grande sfida" a distanza tra i mostri sacri dello stunt riding, Chris Pfeiffer e Rafal Pasierbek: i due sono stati grandi protagonisti dell’area esterna, tra il pad. 3 e il 5, piena di pubblico pronto ad immortalare le evoluzioni estreme dei due campioni di questa spettacolare specialità. Grandi attori di Motodays sono stati anche l’Acrobatic Group, Nicola l’impennatore, Didi Bizzarro e i ragazzi del Freestyle Mx, Quad e Motoslitta (Vanni Oddera, Carlo Caresana, Dan Serblin e Jason Cesco), che hanno animato le aree esterne insieme alle Riding Experience.
Confermato anche quest’anno il successo dei Test Ride, che ormai rappresentano una caratteristica peculiare di Motodays: per quattro giorni, senza soluzione di continuità, centinaia di visitatori si sono iscritti alle hospitality delle Case per provare le ultime novità di prodotto. Ben 26 i mezzi messi a disposizione da Honda, comprese le nuove CB 500F e le CB 1100, tra le più richieste insieme alla VFR alle alla Crosstourer; gettonatissimi anche gli scooter, i maxi 600 Sport e 650 GT di BMW e gli TMAX e Xenter. Cinque i modelli Harley Davidson in prova, dalla XL 883 Iron alla Fat Boy Special, e sette le novità di Suzuki, con la GSR750 reginetta delle richieste. Tutte le interviste che abbiamo realizzato durante i Testride di Motodays le troverete prestissimo online sul canale video di OmniMoto.it.
Appuntamento a domani per la chiusura di Motodays ed avere il computo esatto dei visitatori che hanno invaso la Fiera di Roma in questo weekend, ma se il nostro "spannometro" non si è guastato quest’anno Motodays deve aver fatto segnare un nuovo record.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , saloni , motodays 2013


Top