Sport

pubblicato il 23 gennaio 2013

Rally di Tunisia 2013: "luce verde"!

Si svolgerà dal 19 al 25 maggio. I Ministeri tunisini hanno dato l'ok

Rally di Tunisia 2013: "luce verde"!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 1
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 2
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 3
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 4
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 5
  • Rally Tunisia 2011 - Pria Tappa - anteprima 6

L’anno scorso abbiamo dato la brutta notizia riguardante l’International Rally of Tunisia. Già, nel 2012 la N.A.C.T. (National Automobile Club of Tunisia) decise di non dare il via al rally a causa della crisi economica. Ma il Presidente, Chadly Zouiten, fu molto chiaro l’anno passato: "Siamo così costretti a posticipare al 2013, quando offriremo un evento meraviglioso e ben organizzato. Quest'anno ha prevalso la ragione, e nel 2013 torneremo con la 31° edizione dell'International Rally of Tunisia, che sarà al top, sia per il nostro Paese che per i nostri competitors!".

Bene, ci siamo. Dopo un anno di assenza dai calendari internazionali della FIA e della FIM, l’International Rally of Tunisia 2013 si farà! Si terrà tra il 19 ed il 25 maggio e ospiterà quattro categorie: auto, trucks, moto-quad e SSV.

A dare l’ok, i Ministeri del Turismo, degli Interni, dei Trasporti e della Difesa. Mr. Tarak Dhiab, Ministro della gioventù e dello Sport ha così dichiarato: "Confermo ufficialmente che l’International Rally of Tunisia organizzato dalla NPO si terrà il prossimo maggio e noi forniremo tutto il supporto necessario. Le autorità tunisine faranno di tutto perchè l’evento di carattere internazionale sia la testimonianza della tradizionale ospitalità tunisina".

Naturalmente questa conferma è stata accolta con entusiasmo dagli organizzatori del rally, Emmanuelle e Stephane Clair. "Dobbiamo vedere in questa scelta la professionalità del nostro team della NPO, ‘amici’ della Tunisia". Il Presidente della NPO ha poi aggiunto: "Qualche persona opportunista pensava di poter fare ciò che voleva in un periodo dove questo Paese sta cercando di essere ricostruito e aiutato. Pensavano di farsi i fatti loro, nonostante le regole e la moralità. Questo è inaccettabile ed incomprensibile". Ora però, le cose sono più chiare, il vero rally (visto che alcuni hanno cercato di offrire un’alternativa...) si farà.

Ma le buone notizie non arrivano mai da sole. Il 18 dicembre 2012, infatti, è anche arrivata la conferma tramite pubblicazione ufficiale della Repubblica della Tunisia che da l’incarico alla Automobile Federation of Tunisia di organizzare e promuovere gli sport motoristici d’accordo con le linee guida della FIA.

Naturalmente un evento del genere porta turismo, oltre che apparire su giornali, riviste e ovviamente nelle televisioni. Un rally internazionale come questo non deve più mancare nel calendario, visto che tra l’altro partecipano tutti i campioni della specialità. Guardando solo il settore moto, nel 2011 hanno partecipato piloti come Helder Rodrigues, Jakub Przygonski, Jordi Viladoms, Francisco "Chaleco" Lopez...

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , gare , fuoristrada , rally


Top