Attualità e Mercato

pubblicato il 23 gennaio 2013

Nuova patente europea: libertà di movimento

Le nuove regole garantiscono spostamenti senza vincoli

Nuova patente europea: libertà di movimento

Il 19 gennaio 2013, in concomitanza con l’entrata in vigore della terza direttiva UE sulla patente di guida, è stata introdotta la Patente di Guida Europea. Le nuove norme garantiranno ai conducenti dell’UE una genuina libertà di movimento. Infatti, circa il 60% (ovvero 300 milioni di cittadini) della popolazione dell’Unione è in possesso di una patente, e un gran numero di questi europei effettua spostamenti transfrontalieri all’interno dell’Unione per motivi privati o professionali o trasferisce la propria residenza da un Paese all’altro.

Oggi, circolano in Europa più di 110 diversi modelli di patente di guida con abilitazioni e periodi di validità differenti: la Nuova Patente Europea 2013 permetterà di semplificare questo mosaico e faciliterà la mobilità dei conducenti all’interno dell’Europa.

Inoltre, per i conducenti di automobili come di motocicli, il nuovo documento dovrà essere rinnovato ogni 10-15 anni a seconda degli Stati membri, mentre le patenti per conducenti di autobus e autocarri saranno valide per cinque anni e per il loro rinnovo sarà necessaria una visita medica. Le norme in questione non modificheranno il diritto precedentemente acquisito di guidare un veicolo. Il tutto a favore della sicurezza stradale.

Per limitare il numero di differenti modelli di patenti in circolazione, e proteggerli meglio dalle frodi, sarà eliminato il modello cartaceo di patente. L’unico modello europeo di patente di guida rilasciato sarà quello in plastica del tipo "carta di credito", già utilizzato in numerosi paesi europei, che garantisce una protezione maggiore dalle contraffazioni. Le attuali patenti in formato cartaceo cesseranno di essere rilasciate a partire dall’entrata in vigore della nuova legislazione.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , codice della strada , patente


Top