Sport

pubblicato il 18 gennaio 2013

Dakar 2013: 13° tappa a Lopez! FOTO e VIDEO

Quarta speciale per il cileno che passa secondo nella generale dietro a Despres

Dakar 2013: 13° tappa a Lopez! FOTO e VIDEO
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 1
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 2
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 3
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 4
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 5
  • Dakar 2013: Stage 13 Copiapò-La Serena - anteprima 6

Pochi minuti fa si è conclusa la tredicesima tappa della Dakar 2013, la penultima di questo rally, che purtroppo già volge al termine. 127 le moto che hanno lasciato il bivacco stamane alle 8:00 ora locale per affrontare la Copiapò-La Serena, stage composto da 531 Km totali. Si è iniziato con un breve collegamento, per poi affrontare i 441 Km di speciale, terminati prima di Vallenar. Da qui, i piloti si sono spostati con un ulteriore trasferimento più lungo per raggiungere La Serena, sempre in Cile. Il fondo della speciale era misto. Si è iniziato con una pietraia (il picco a 2.600 metri sul livello del mare) per poi scendere verso valle, dove si sono alternati pezzi di terra battuta a sabbia. Una cinquantina di chilometri su asfalto non cronometrato, ed i motociclisti hanno ripreso con il fondo roccioso, dove è poi terminata la speciale.

Il primo a lasciare il bivacco di Copiapò è stato il vincitore (a sorpresa) della speciale di ieri, Franz Verhoeven e la sua Yamaha numero 15. Dietro di lui, a distanza di due minuti come sempre, Ruben Faria, Joan Barreda Bort, Alain Duclos ed Helder Rodrigues.

Il miglior tempo al WP1 è stato dello spagnolo dell’Husqvarna, 24’24", ma in soli tre secondi di ritardo di sono concentrati in cinque! Faria a +2", Caselli a +9", Verhoeven a +11", Pain a +21" e Despres a 22", una carovana in bagarre! A stento nella Top30 il nostro Alessandro Botturi, che ieri ha ricevuto un’ora di penalità per aver saltato un waypoint.

Al WP2 Joan Barreda Bort ha confermato il suo crono, ma Cyril Despres ha iniziato a spingere forte, recuperando diversi secondi ai danni dello spagnolo; 15" il suo ritardo, lo stesso tempo del suo compagno di squadra, Ruben Faria. Quarto tempo per l’esordiente Kurt Caselli, anch’egli a +15". Dietro l’americano, Franz Verhoeven a +21", mentre in sesta posizione troviamo un’altra Yamaha, quella di Olivier Pain. Decimo tempo per Francisco "Chaleco" Lopez.

Joan Barreda Bort, sempre primo al WP3, con Ruben Faria sempre secondo e con un ritardo di +39". Franz Verhoeven ha portato il suo ritardo a +42", ma ha guadagnato il terzo tempo ai danni di Cyril Despres che ha rallentato (quarto) e di Kurt Caselli. Buono l’intermedio di Francesco "Chaleco" Lopez, passato sesto davanti al polacco Kuba Przygonski.

Al WP4 lo spagnolo dell’Husqvarna ha mantenuto la prima posizione e secondo è rimasto Ruben Faria. Lopez è passato terzo, seguito da Franz Verhoeven a +1’31", lo stesso tempo di Kurt Caselli, con Cyril Despres in coda. Da segnalare la 34esima posizione di Alex Zanotti e la sua ™, che finalmente ha iniziato a prendere il giusto ritmo, grazie ad una moto che pare abbia risolto i "difetti di gioventù".

Pochissimi chilometri dopo i rider hanno raggiunto il WP5 e Cyril Despres è passato in testa, trainandosi Kurt Caselli, secondo e con un ritardo di 11". Barreda Bort è transitato terzo, anche se il suo ritardo è stato di appena 16". Quarto tempo per il cileno della KTM: Francisco "Chaleco" Lopez ha "firmato" un buon crono e si è portato a +1’08", davanti a Ruben Faria e Olivier Pain.

Cyril Despres ha poi ruotato ancora di più la manopola del gas, tanto che al WP6 ha staccato anche il giovane statunitense, dandogli ben 1’37" di distacco, mentre Francisco "Chaleco" Lopez è passato terza posizione, mettendosi dietro Juan Pedrero Garcia, che ha iniziato a spingere più forte. Quinto tempo per il francese Olivier Pain, con nove secondi di vantaggio sull’Husqvarna di Paulo Goncalves. Joan Barreda Bort, invece, è transitato addirittura 14esimo. 25eismo Ruben Faria e appena nella Top30 Franz Verhoeven...

Al WP7 si è poi registrato un nuovo cambio al vertice: Kurt Caselli è passato primo e Cyril Despres ha fatto registrare un ritardo di 11". Appena un secondo dopo, Francisco "Chaleco" Lopez, seguito, dopo 30 secondi, da Juan Pedrero Garcia, sempre più vicino al podio di giornata. "Risale" Paulo Goncalves, in quinta posizione e davanti a Helder Rodrigues. 13esimo Barreda Bort. Sono poi arrivate brutte notizie per Botturi, che ha rotto il motore al 140esimo chilometro. Un motore nuovo, perchè proprio ieri sera era stato sostituito.

Domina la prima parte della speciale, con l’arrivo al WP8, Kurt Caselli, che con la sua KTM fissa un crono di 2:32:12. Dietro di lui l’altro ufficiale KTM, Cyril Despres, a +19". Terzo Francisco "Chaleco" Lopez, che recupera qualche secondo fissando il suo ritardo a +42". Circa un minuto dopo è invece transitato Juan Pedrero Garcia, a +1’49". Chiude la Top5 Paulo Goncalves, davanti a Helder Rodrigues, Ivan Jakes, Pal Ullevalseter e Olivier Pain. Ancora in tredicesima posizione Juan Barreda Bort, mentre Ruben Faria ha recuperato qualcosa, conquistando la 19esima posizione.

Al 245° Km i piloti hanno effettuato il pieno e si sono trasferiti via asfalto per affrontare (dopo aver passato il WP9) la seconda parte della speciale, formata da rocce e pietre. Kurt Caselli ha confermato al WP10, con Francisco "Chaleco" Lopez passato secondo con un ritardo di +1’21", seguito da Cyril Despres divenuto terzo, a +2’40". Scala posizioni anche Paulo Goncalves, quarto, con alle spalle Juan Pedrero Garcia e Ivan Jakes. 12esimo Joan Barreda Bort.

Il penultimo waypoint, il WP11 è andato a Francisco "Chaleco" Lopez. Kurt Caselli pare infatti che abbia avuto problemi al motore e si è piantato al 396° Km (stesso problema per Duclos che si è però fermato qualche chilometro prima). Secondo, dunque, Cyril Despres, con un ritardo di 3’17", con alle spalle Paulo Goncalves, Juan Pedrero Garcia e Olivier Pain.

Al WP12 il cileno ha riconfermato il miglior tempo, con attaccato alla targa Cyril Despres, che però ha aumentato il ritardo, portandolo a +4’41". Paulo Goncalves è transitato ancora terzo, a tre secondi dal francese e inseguito da Juan Pedrero Garcia. Quinto tempo per Joan Barreda Bort, con lo slovacco Ivan Jakes che non ha mollato un solo metro!

Ed eccoci all’arrivo! Vince la sua terza speciale Francisco "Chaleco" Lopez, un altro gran risultato per lui, più che meritato! Secondo Cyril Despres, con un ritardo di 5’25", mentre chiude il podio Paulo Goncalves. Quarta posizione per Juan Pedrero Garicia e la sua KTM, che chiude davanti all’Husqvarna di Joan Barreda Bort. In sesta posizione termina Helder Rodigues, davanti allo slovacco Ivan Jakes. Seguono Olivier Pain, Kuba Przygonsky e Gerard Farres Guell.

Nella classifica generale Cyril Despres è ancora in prima posizione, con un tempo totale di 41:37:18. Passa in seconda posizione il cileno Lopez, a "soli" 8’15" dal francese. La vittoria della Dakar per "Chaleco", potrebbe non essere più un miraggio! Terzo dunque, Ruben Faria, che con il pessimo risultato di oggi perde il secondo gradino del podio virtuale. La Top6 è completata da Ivan Jakes, Juan Pedrero Garcia e Olivier Pain. Settimo Helder Rodrigues, seguito dal compagno di squadra Javier Pizzolito.

Domani si conlcuderà la Dakar! La tappa, la 14esima, sarà la La Serena-Santiago, una tutta sassi formata da una parte iniziale di connessione, per poi appordare alla speciale di 346 Km, ed un ulteriore trasferimento per giungere a Santiago. 366 Km in totale, per chiudere la gara ancora apertissima!

Dakar 2013 - Stage 13 - Car/ Bike - Stage Summary (Copiapó - La Serena)

Dakar 2013 - Stage 13 - Car/ Bike - Stage Summary (Copiapó - La Serena)

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , monocilindriche , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , dakar , piloti , personaggi famosi , rally , dakar 2013


Top