Sport

pubblicato il 17 gennaio 2013

Dakar 2013: 12° tappa a Verhoeven! - FOTO e VIDEO

La Yamaha è ancora sul podio! Despres è sempre leader. Botturi: è disastro!

Dakar 2013: 12° tappa a Verhoeven! - FOTO e VIDEO
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà -Copiapò - anteprima 1
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà-Copiapò - anteprima 2
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà-Copiapò - anteprima 3
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà-Copiapò - anteprima 4
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà-Copiapò - anteprima 5
  • Dakar 2013: Stage 12 Fiambalà-Copiapò - anteprima 6

La Dakar 2013 si avvicina alla fine, ma è ancora tutto aperto. Solo pochi minuti fa è terminata la dodicesima tappa, con 130 moto che hanno lasciato il bivacco stamane alle 4:15 ora locale per affrontare la Fiambalà-Copiapò, stage iniziato con un lungo trasferimento di ben 392 Km per proseguire con 319 Km di speciale. I piloti hanno iniziato con un tratto di rocce (ad un altezza tra 2.800 e i 1.800 metri sul livello del mare), per poi passare a terreni duri alternati con pezzi di deserto sabbioso. Da oggi dunque, i piloti gareggiano in Cile.

Il primo a partire alle ore 10 locali è stato il vincitore dell’undicesima tappa, lo statunitense Kurt Caselli, seguito da Paulo Goncalves, Cyril Despres, Juan Pedrero Garcia, Francisco "Chaleco" Lopez, Joan Barreda Bort ed Alessandro Botturi, tutti i top rider concentrati alla partenza, con uno stacco dei soliti due minuti!

Il miglior tempo al WP1 è stato di Joan Barreda Bort, che con la sua Husqvarna by Speedbrain ha stampato un crono di 25’17" mettendosi Kurt Caselli alle spalle per 19" in 37 Km di rocce. Terzo tempo per Cyril Despres a +27" con Pedrero Garcia francobollato al francese, per soli quattro secondi di distacco. Settimo tempo per Ruben Faria, mentre Goncalves ha perso oltre un minuto. Nono tempo per il nostro Alessandro Botturi.

Barreda Bort ha confermato il miglior tempo al WP2, mentre la situazione alle sue spalle si è leggermente modificata, con Francisco "Chaleco" Lopez in seconda posizione a +1’17" (il cileno al passaggio precedente era sesto, non c’è nulla da fare, sente l’aria di casa!) e Juan Pedrero Garcia in terza posizione a +1’26". Quarto tempo per Ruben Faria, quinta per Cyril Despres a +1’46", mentre con il sesto tempo troviamo Olivier Pain. Ivan Jakes è settimo, con soli due secondi di vantaggio da Alessandro Botturi.

Al WP3 Joan Barreda Bort ha preso il largo su tutti, staccando Francisco "Chaleco" Lopez di 2’28" e Juan Pedrero Garcia di 3’47". Il quarto tempo lo ha fatto registrare Ruben Faria e dietro di lui è risalito sia Ruben Faria che il nostro Alessandro Botturi. Sesto Ivan Jakes, seguito da Cyril Despres a oltre 5’ di ritardo e dal francese della Yamaha Olivier Pain. Disastro per Kurt Caselli, scivolato oltre la Top10 insieme a Helder Rodrigues.

Joan Barreda Bort e la sua Husqvarna TE450RR hanno riconfermato il miglior crono al WP4, con un tempo di poco più di un’ora e trentasei. Dietro la sua Husky, la KTM di Lopez con un ritardo di poco superiore al precedente, +2’42", seguito sempre da Juan Pedrero Garcia. Sempre quarto Ruben Faria, con il cileno Daniel Gouet passato in quinta posizione! Sesto Jakes ed alle sue spalle Despres e Rodrigues, con Pain più distaccato e con un ritardo superiore ai sette minuti. Peccato per Alessandro Botturi, che ha commesso un errore di navigazione ed ha perso diversi minuti. Un grave sbaglio che non ci voleva proprio per l’italiano, un peccato...

Ripartiti dal WP4, i piloti hanno effettuato il pieno alle loro moto proprio alla fine della prima sezione di dune, per poi giungere al WP5, e qui, la sorpresa. Ruben Faria è passato in testa alla speciale! Il pilota della KTM ha dato 9 secondi a Francisco "Chaleco" Lopez e 2’12" a Juan Pedrero Garcia! Quarto e quinto, il polacco Kuba Przygonski (un po’ in ombra quest’anno) e il francese Alain Duclos su Sherco. Sesto Ivan Jakes e settimo Olivier Pain. Barreda Bort ha commesso un errore di navigazione che ha pagato molto caro, scivolando ottava posizione, ma sempre davanti a Cyril Despres.

Il portoghese della KTM ha riconfermato la sua posizione al WP6, allungando su Francisco "Chaleco" Lopez, terzo, che ha accusato un ritardo di 1’32", mentre in seconda posizione è salito il polacco Przygonski a +1’27". Quarto, Alain Duclos a +2’01", mentre ha chiuso la Top5 Helder Rodrigues. Si fa vedere Javier Pizzolito in settima posizione, mentre Despres e Botturi rientrano nella top20.

Al WP7 è stato ancora Ruben Faria il più veloce, seguito ancora dalla KTM dell’Orlen Team di Kuba Przygonski che ha aumentato il distacco a +1’41". Terzo Alain Duclos, che ha messo dietro Joan Barreda Bort, Helder Rodrigues e Francisco "Chaleco" Lopez, scivolato in sesta posizione davanti a Pizzolito. Oltre 8 i minuti di ritado di Cyril Despres, mentre Botturi ha accumulato quasi 12 minuti di ritardo.

I risultati del WP8 hanno visto nuovamente Faria in testa, seguito da Kuba Przygonski, Alain Duclos e Joan Barreda Bort. Quinto Helder Rodrigues, ad un minuto da Francisco "Chaleco" Lopez. Settimo Javier Pizzolito, mentre Despres è finito in 14esima posizione. 18esimo Alessandro Botturi, giornata no per il bresciano.

A vincere la tappa di oggi... Franz Verhoeven! L’Iritrak del pilota numero 15 della Yamaha deve aver avuto un problema, ed infatti solo alla fine si è saputo della sua vittoria. Un successo per l’olandese, che rimette una moto della Casa dei Tre Diapason sul gradino più alto del podio. Dietro di lui, Ruben Faria, in ritardo di appena 1’38", mentre in volata, chiude terzo Joan Barreda Bort. Fantastico il recupero dello spagnolo dell’Husqvarna by Speedbrain. In quarta posizione troviamo Alain Duclos e la sua Sherco, mentre chiude la Top5 Helder Rodrigues.Seguono gli altri big, con il polacco Kuba Przygonski in sesta posizione e Francisco "Chaleco" Lopez in settima posizione. Cyril Despres è undicesimo e Alessandro Botturi addirittura 20esimo.

In testa al rally resta Cyril Despres, con un tempo di 37:46:59. Ruben Faria, secondo, gli si avvicina, con 5’39" di ritardo. La gara può ancora andare nelle mani del portoghese, che tra l’altro, è ancora al primo motore! Terzo e dotato di "assicurazione" visto il suo vantaggio sul quarto, Francisco "Chaleco" Lopez, con un ritardo quantificabile in 13’40". Ivan Jakes passa in quarta posizione, con un ritardo di 20’16", seguito dal nostro Alessandro Botturi, saldamente in quinta posizione, con un ritardo di quasi 35 minuti. Seguono Pedrero, Pain, Verhoeven e Rodrigues.

Per la giornata di domani, i piloti saranno protagonisti della penultima tappa, la Copiapò-La Serena, stage formato da 531 Km totali. Si inizierà alle ore 8:00 locali con un breve collegamento, per poi affrontare i 441 Km di speciale che terminerà prima di Vallenar. Da qui, i rider si sposteranno nuovamente con un trasferimento più lungo per raggiungere La Serena, sempre in Cile. Il fondo sarà misto: si inizierà con una pietraia (il picco a 2.600 metri sul livello del mare) per poi scendere verso valle, dove si alternernno pezzi di terra battuta a sabbia. Una cinquantina di chilometri su asfalto non cronometrato ed i piloti riprenderanno con il fondo roccioso, dove si concluderà la speciale.

AGGIORNAMENTO SU BOTTURI
Sembra che Botturi possa aver saltato un WP. Il regolamento prevede un'ora di penalizzazione. Vi terremo aggiornati!

AGGIORNAMENTO 2
Come detto, purtroppo Alessandro ha saltato un WP. Il regolamento prevede un'ora di penalità. Un peccato per il nostro italiano, tanta fatica per nulla...
Queste le sue parole: "Sono davvero demoralizzato. Fino a metà gara sono andato bene. Poi mi sono innervosito perché non trovavo la strada giusta e in più ho perso un way point per il quale verrò penalizzato di un ora. Oggi ho buttato via tutto praticamente tutto…..peccato".

Dakar 2013 - Stage 12 - Car/ Bike - Stage Summary (Fiambala Copiapo)

Dakar 2013 - Stage 12 - Car/ Bike - Stage Summary (Fiambala Copiapo)

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , monocilindriche , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , dakar , piloti , personaggi famosi , rally , dakar 2013


Top