Attualità e Mercato

pubblicato il 16 gennaio 2013

Allerta meteo: neve in arrivo in tutta Italia

Prefetture allertate in tutto lo stivale. Neve anche a basse quote il 16 e 17 gennaio

Allerta meteo: neve in arrivo in tutta Italia

Il maltempo era annunciato da giorni ed è arrivato come previsto. La maggior parte dello stivale è spazzato dal maltempo e la neve ha iniziato a cadere in tantissime regioni. Pioggia, neve e vento sono causati dal passaggio di diverse perturbazioni in arrivo dal Nord Europa che stanno portanto aria fredda dall’artico. Sono previste quindi temperature in calo, forti venti, neve a bassa quota al centro e al nord e piogge abbondanti al Sud. Il picco della perturbazione è previsto per la giornata di giovedì 17 gennaio, ma in tante città come Milano e Bologna i fiocchi sono già arrivati e stamattina anche i dintorni di Roma si sono svegliati sotto una fitta nevicata ancora in corso.

Le prefetture di tutte le città sono in preallarme in modo da non farsi trovare impreparate come accadde nel 2012 quando metropoli come Roma furono bloccate da una copiosa nevicata nei primi giorni di febbraio. Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi.
L’avviso prevede "il persistere per la giornata di oggi mercoledì 16 gennaiodi precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, in estensione dalle prime ore della giornata di oggi a Lazio e Sardegna. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. E’ previsto anche il persistere di nevicate intorno ai 300-500 metri, con sconfinamenti a livelli di pianura sulla Lombardia, in successiva estensione ad Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con apporti da deboli a moderati.
Dalle prime ore del 16 gennaio si prevedono nevicate fino a 300-500 metri su Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise, con temporanei sconfinamenti a quote più basse su Toscana ed Umbria; nevicate oltre i 500-700 metri su Campania, Basilicata e Calabria; apporti da deboli a moderati, localmente elevati sulle zone interne tra Lazio ed Abruzzo e sulle aree appenniniche di Campania, Basilicata e Calabria"
.

LA MOTO E LA NEVE
L’eventualità di rimanere bloccati per via di una nevicata in città, ormai lo sappiamo, non è poi così peregrina e, considerato che le previsioni sono in peggioramento per la giornata di oggi, più di qualcuno sarà costretto a lasciare moto e scooter in ufficio e prendere i mezzi pubblici.
Ma se proprio siete costretti a riprendere la via di casa in moto o con lo scooter, innanzittutto fermatevi subito a controllare la pressione delle gomme: mai come in questi casi una pressione di gonfi aggio bassa può essere pericolosa. Ricordatevi che le gomme gonfiate alla giusta pressione (o anche qualche decimo di bar in più) riescono a rompere con più facilità il velo di nevischio. Usate la massima cautela cercando di dosare il gas con delicatezza e privilegiando l’utilizzo del freno posteriore per non incappare in perdite di aderenza sulla ruota davanti.
In caso incontriate tratti davvero innevati, poi, niente paura perché finché la neve non diventa ghiaccio dovreste essere in grado di proseguire: cercate di non irrigidire busto e braccia in modo da rimanere reattivi nei confronti delle inevitabili mancanze di grip, e procedete a bassa velocità, magari con le quattro frecce accese in modo che gli automobilisti vi vedano meglio.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , strada , curiosità , gomme , sicurezza , inverno in moto , maxi scooter , citta


Top