Attualità e Mercato

pubblicato il 12 gennaio 2013

Alcol: quelle sentenze che fanno male

Un guidatore col vizietto dell'alcol ci è appena ricascato

Alcol: quelle sentenze che fanno male

Anche oggi torniamo a parlare di alcool, noto che la prevenzione passa anche per pene certe. Ma ci sono notizie che fanno riflettere sull’effettiva efficacia delle sanzioni del Codice della strada. Infatti, è di addirittura 10 patenti di guida ritirate il bilancio dei controlli notturni che gli uomini della Polizia stradale di Sampierdarena hanno effettuato il primo dell'anno al casello autostradale di Genova Ovest. Tra le 3 e le 6 di notte tre pattuglie hanno infatti presidiato l'accesso alla città mettendo in funzione etilometri e precursori.

QUEL VIZIETTO DI BERE...
Ed ecco il punto: la notte di Capodanno, tra gli altri, è stato controllato e sanzionato anche un quarantenne che ad agosto scorso era incappato nello stesso errore; all'epoca aveva fatto ricorso e nelle more giudiziarie la patente gli era stata restituita, ma il 1° gennaio 2013 è tornata tra le mani degli agenti. È un guaio (seppure tutto in regola e previsto dalle normative vigenti) che una persona col vizietto dell’alcol, in attesa di giudizio, possa ancora guidare un veicolo: stavolta è andata bene, perché non ci sono stati incidenti pesanti, ma se ci scappasse il ferito grave o il morto allora si urlerebbe allo scandalo.

NON VALE SCAMBIARSI IL VOLANTE
Inoltre, mentre registravano i dati di due donne fermate anch'esse in stato di ebbrezza, l'attenzione della Stradale veniva richiamata da una vettura che si era arrestata poco prima della barriera autostradale: una coppia che per evitare guai si stava invertendo al posto di guida. Probabilmente, chi aveva alzato troppo il gomito voleva mettersi al posto del passeggero (forse sobrio, o meno ubriaco), e viceversa. La mossa non passava inosservata anche perché, una volta dato l'Alt, all'incerta tranquillità dell'improvvisata conducente si contrapponeva un assonnato passeggero che poco impiegava ad ammettere la verità. Per concludere (non in bellezza), un altro conducente a cui veniva ritirata la patente dopo che l'etilometro aveva restituito un tasso alcolemico fuori norma, esibiva una patente scaduta da ormai qualche mese. Un pessimo inizio anno. Siamo sicuri che il reato di Omicidio stradale, dimenticato dal Governo Monti, non serva a combattere la guida in stato d’ebbrezza?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , sicurezza , codice della strada , incidenti , alcol , autovelox , multe


Top