Attualità e Mercato

pubblicato il 9 gennaio 2013

Roma e le targhe alterne

Ecco le zone interessate dal blocco, la Fascia Verde

Roma e le targhe alterne

Nella giornata di ieri abbiamo dato la notizia del blocco del traffico per quanto concerne le targhe alterne per la città di Roma. Vi ricordiamo che nella giornata di oggi il divieto di circolazione per auto, moto e ciclomotori riguarda le targhe dispari, mentre per giovedì 10 (domani), il divieto di circolazione per auto, moto e ciclomotori interessa le targhe pari (zero incluso). I mezzi non potranno circolare all’interno della Fascia Verde cittadina dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 20.30.

L’Assessore alla mobilità ha dichiarato che sono stati potenziati i mezzi pubblici, in modo da facilitare ai cittadini l’ingresso nella Fascia Verde, fascia, dove comunque possono circolare tutti gli autoveicoli di categoria Euro 5, i ciclomotori a 2 ruote e solo a 4T Euro 2, i motocicli Euro 3 e naturalmente tutti i veicoli ibridi, elettrici e alimentati a metano o gpl.

Per chi arriva dal GRA (Grande Raccordo Anulare), non è possibile entrare dalle seguenti uscite in direzione centro di Roma: Aurelia, Ardeatina e Appia. La Fascia Verde di Roma comprende naturalmente il Centro Storico, l'area all'interno dell'anello ferroviario e le zone delimitate dalle seguenti strade di confine che ora andiamo ad analizzare in dettaglio: Zona A, B, C e D.

ZONA A
Via Aurelia fino a Via di Acquafredda, Via di Nazareth, Via di Boccea, Via Mattia Battistini, Via del Forte Braschi, Via della Pineta Sacchetti, Via Montiglio, Via Arbib Pascucci, Via Trionfale, Via Igea, Via della Camilluccia, Via Cassia (da Piazza dei Giochi Delfici di Via Pareto), Via Pareto, Via G. Fabbroni, Via Flaminia Nuova (da Via Fabbroni a Via Due Ponti), Via dei Due Ponti e la sponda del Fiume Tevere.

ZONA B
Sponda del Fiume Tevere, Sponda del Fiume Aniene, Via dei Prati Fiscali, Viale Jonio, Via Ugo Ojetti, Via Arturo Graf, Via Kant, Via E. Galbani, Via Palombini, Via di Casal dei Pazzi, Via Tiburtina (da Via Casal dei Pazzi alla Metro di S. Maria del Soccorso, incluso il Parcheggio di Ponte Mammolo), Via del Frantoio, Via Venafro, Via I. Giordani, Via Grotte di Gregna (da Via I. Giordani all’A 24), l’A 24 (fino a Viale Palmiro Togliatti) e Viale Palmiro Togliatti.

ZONA C
Viale Palmiro Togliatti, Via Tuscolana (da Viale Palmiro Togliatti a Via Capannelle), Via delle Capannelle, Via Appia Nuova (da Via delle Capannelle al G.R.A.).

ZONA D
Via Ardeatina, Via Di Grotta Perfetta, Via E. Spalla, Via del Tintoretto, Via Laurentina, Via C. Colombo, Viale dell’Agricoltura, Viadotto della Magliana, Via della Magliana, Via del Trullo, Via Affogalasino, Via del Casaletto (da Via Affogalasino a Via di Monteverde),
Via di Monteverde (da Via del Casaletto a Via V. Tizzani), Via V. Tizzani, Via L. Arati, Via del Casaletto (da Largo Sacro Cuore a Piazzetta del Bel Respiro), Via Leone XIII, Via Gregorio VII, Circonvallazione Aurelia, e Via Aurelia (da Piazza S. Giovanni Battista de la Salle al G.R.A.).

LEGAMBIENTE: I DATI SONO PREOCCUPANTI
In questi primi giorni del 2013, (lo apprendiamo via il quotidiano LaRepubblica) Legambiente ha fornito dei dati preoccupanti. Le polveri sottili sono risultate fuorilegge per ben sei giorni su tutta la settimana, con una percentuale dell’85,7% a Tiburtina, Cinecittà, Francia e Preneste, quattro su sette per un 57,1% ad Arenula e Cavaliere, tre su sette per il 42,8% a Cipro, Fermi e Magna Grecia.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , curiosità , varie , citta


Top