Novità

pubblicato il 15 settembre 2006

Triumph Tiger 1050

Meno off e più road per l'inglese tuttofare!

Triumph Tiger 1050
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Tiger 1050 - anteprima 1
  • Triumph Tiger 1050 - anteprima 2
  • Triumph Tiger 1050 - anteprima 3
  • Triumph Tiger 1050 - anteprima 4
  • Triumph Tiger 1050 - anteprima 5

Tutta nuova, triumph Tiger si appresta ad approdare in concessionaria entro la fine dell'anno, andando a ridare luce ad un segmento molto importante per il marchio inglese, anche se un po' appannato negli ultimi anni.
Sportiva ma anche pratica, la nuova Tiger nasce per soddisfare le esigenze di tutti quei motociclisti che utilizzano la moto al posto dell'auto...anche e soprattutto in vacanza. Un occhio di riguardo al comfort di bordo, dunque, è stato il primo obiettivo da perseguire per i tecnici d'oltre manica, e la taratura delle sospensioni - a detta di Triumph - non rigide e l'abbondanza di coppia motrice del suo propulsore 1.050 cc. non dovrebbero tradire le attese.

Comfort sì, ma non dimentichiamoci che questi inglesi le moto le sanno fare davvero bene: la bontà dinamica della Daytona 675 ne è da esempio e siamo certi che anche con Tiger ci si può divertire su strade guidate, magari impostando un assetto più sportivo - le sospensioni sono pluriregolabili - e sfruttando a fondo l'impianto frenante con pinze ad attacco radiale, che mordono all'anteriore due dischi da 320 mm di diametro (al posteriore pinza a doppio pistoncino abbinata ad un disco da 255). 

Il telaio a doppio trave in alluminio è completamente nuovo, così come il forcellone con capriata di rinforzo. Nuovo è anche il disegno delle ruote in alluminio - ora da 17” per essere compatibili con più modelli di pneumatici - che montano, all’anteriore una gomma da 120/70 ZR17 e al posteriore una generosa 180/55 ZR17. Ai "pistaioli" segnaliamo che la forcella a steli rovesciati è da 43 mm mentre il mono posteriore offre la regolazione a distanza di precarico e ritorno. L’altezza della sella è 835mm mentre il peso a secco è di 198Kg.

In tema di motore è difficile scambiare una Triumph con una rivale. Lei è una delle poche ad avere tre cilindri nel cuore, regolati dallo stesso sistema di iniezione elettronica collaudato con successo su Sprint ST e Speed Triple: il risultato è notevole, vista e considerata la categoria della Tiger 1050, perchè con 114 CV a 9.400 giri e 100 Nm di coppia massima a 6.250 giri ci si può davvero divertire. Il serbatoio è da 20 litri: dovrebbe assicurare una ampia autonomia, a tutto vantaggio di chi vuole viaggiare.

Sono quattro le colorazioni in cui è disponibile: Caspian Blue, Jet Black, Scorched Yellow e Fusion White. E può contare su una ricca offerta di accessori, fra i quali un kit di borse rigide, una borsa morbida da serbatoio e le manopole riscaldate. La nuova Tiger 1050 sarà disponibile prima della fine dell’anno.

Autore: Redazione

Tag: Novità , strada , tricilindriche


Top