Attualità e Mercato

pubblicato il 12 dicembre 2012

Benzinai in sciopero: il 92% ha chiuso!

Inizia la protesta. Terminerà il 14 dicembre

Benzinai in sciopero: il 92% ha chiuso!

L’avevamo prospettato lunedì scorso, oggi, è realtà! Parlamo dello sciopero dei benzinai, che oggi ha registrato un’adesione del 92%, con punte del 95% in alcune grandi città come Roma, Milano, Firenze, Napoli, Bologna e Palermo. Una percentuale di partecipazione allo sciopero dei distributori indetto da Faib Confesercenti, FegicaCisl e Figisc/Anisa Confcommercio che fa riflettere, e che tra l’altro vedrà la fine alle ore 7 del 14 dicembre e alle 22 del 13 dicembre sulla rete autostradale, su cui comunque circa 450 impianti assicurano il servizio.

"Si tratta di una risposta eccezionale soprattutto se si considerano le inaudite forme di minaccia e ricatto messe in atto diffusamente dalle compagnie petrolifere nei giorni scorsi e in queste ore stesse. Ma è anche la più ampia e convincente dimostrazione della drammaticità dello stato in cui versa una intera categoria di lavoratori a causa delle violazioni delle leggi di cui sono responsabili petrolieri e banche e della sottovalutazione che il Governo, in tutta evidenza, ha fatto della situazione".

E’ così che i presidenti di Faib, Fegica e Anisa sottolineano in una nota congiunta. Nella mattinata di oggi si è tenuta una manifestazione di protesta davanti a Montecitorio a cui hanno aderito circa 1.500 gestori provenienti da tutta Italia. Per ora, il Governo pare non abbia mosso un dito.

Ricordiamo poi, che tra Natale e Capodanno non sarà possibile pagare il carburante attraverso carte di credito e pago bancomat. Intanto, il garante per gli scioperi ha detto "no" ad ulteriori possibilità di sciopero nel corso di questo mese.

Autore: Daniele Pizzo

Tag: Attualità e Mercato , varie , mercato , carburanti , sciopero


Top