Attualità e Mercato

pubblicato il 10 dicembre 2012

Cartellopoli non finirà mai?

I Comuni poco attenti alla segnaletica

Cartellopoli non finirà mai?

Nelle nostre città, spuntano come funghi cartelloni luminosi riportanti le più disparate informazioni che riguardano l’ente locale. Dalla viabilità, alle modalità di raccolta della spazzatura, dal santo del giorno... all’orario. La denuncia arriva dallo Sportello dei Diritti di Giovanni D’Agata. È chiaro però che se tali tipi di segnalazioni vengono poste su intersezioni pericolose o sui rondò possono naturalmente ingenerare distrazione fra gli utenti della strada con gravi rischi per la circolazione stradale. Non è raro, infatti, che alcuni sinistri avvenuti nei pressi dei cartelli in questione siano riconducibili alla distrazione del conducente che si era messo a leggere quanto indicato sui pannelli.

Ma allora, è legittima l’installazione di questi segnali luminosi? La risposta la dà l’articolo 51 del Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice della Strada: entro i centri abitati ed entro i tratti di strade extraurbane per i quali è imposto un limite di velocità non superiore a 50 km/h, il posizionamento è autorizzato nel rispetto della distanza minima di 50 metri prima degli impianti semaforici e delle intersezioni lungo le strade urbane di scorrimento e le strade urbane di quartiere [lettera a) del 4° comma], di 30 metri prima degli impianti semaforici e delle intersezioni lungo le strade locali [lettera b) del 4° comma] e di 25 metri dopo gli impianti semaforici e le intersezioni [lettera c) del 4° comma].

L’obiettivo della regola è semplice, e si chiama sicurezza stradale; ma evidentemente non sempre i Comuni se ne ricordano, come evidenzia anche la foto in alto. Lo Sportello dei diritti invita tutte le amministrazioni comunali a porvi urgentemente rimedio eliminando tali installazioni nei tratti di strada indicati per evitare il perpetrarsi di rischi per la sicurezza stradale anche perché nulla osta spostarli in tratti non pericolosi e comunque alla vista degli utenti della strada.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , varie , sicurezza , codice della strada , citta


Top