Eventi

pubblicato il 26 novembre 2012

BMW GS Trophy 2012 - Prima Tappa alla squadra Latino Americana

Partono in sordina gli Italiani, quinti in classifica - FOTO E VIDEO

BMW GS Trophy 2012 - Prima Tappa alla squadra Latino Americana
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 1
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 2
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 3
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 4
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 5
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Le Squadre, il percorso, le moto - anteprima 6

Il BMW GS Trophy 2012 è appena partito e al termine della prima tappa è la "squadra di Casa" a comandare la classifica. Sono infatti i Latino-Americani i primi vincitori del GS Trophy 2012 che porterà le 15 squadre alla scoperta di scenari magnifici a cavallo tra Cile e Argentina.

Il programma della prima giornata di gare ha visto le squadre percorrere un percorso di circa 250 km di sterrati ghiaiosi e in fuoristrada che li ha portati dalla partenza al Trailanqui Resort vicino a Temuco in Cile attraverso le zone di China Muerta, oltre il confine in Argentina, per arrivare al Pintada Piedra Hotel e Resort sulle rive del lago di Pulmari.
Il cielo sereno e le temperature calde avrebbero fatto pensare ad un prologo "soft" come introduzione ad una settimana più dura, ma i sentieri molto asciutti e pietrosi hanno causato alcune forature che hanno rallentato tre squadre, che sono giunte in ritardo a fine tappa.

AMERICA LATINA IN TESTA
Il momento clou della giornata è stato il percorso molto tecnico in fuoristrada che sale attraverso i boschi di araucarie di Cina Muerta: 30 chilometri strettissimi di piste di sabbia con salite ripide e passaggi difficili. Un percorso già difficile, reso ancora più complicato dalle nubi di polvere sollevate dai concorrenti precedenti che hanno portato più di un pilota a escursioni fuori pista non in programma.
Le prove di abilità di ieri sono state basate su capacità tecnica di guida con in particolare la "svolta Magma": una prova attraverso la foresta andata e ritorno cronometrata con una inversione ad U strettissima, chiamata "Magma turn" proprio in riferimento all’attività vulcanica presente spesso in questa zona.
A fine giornata è risultato vincitore Team America Latina, davanti a Francia e Argentina.
David Fonseca Chinchilla del Team America Latina: "Non ci aspettavamo di essere in testa, ma siamo felici di saperlo, e quindi tutto ciò ci ha fatto ritrovare le energie per domani!". La squadra italiana, composta da Alessandro Bottani (35 anni da Genova), Carlo Morini (34 anni da Imola) e Andrea Rossi (25 anni da Arezzo) è attualmente quinta in classifica, con un distacco dai leader abbastanza contenuto e ciò fa ben sperare per il prosieguo della gara.

FRANCESI AL SALVATAGGIO
Durante la giornata ci sono stati altri momenti di spicco tra cui l’esperienza di salvataggio del Team France. La squadra transalpina ha abbracciato al meglio lo spirito del GS Trophy, fermandosi per ben due volte ad aiutare gli avversari in difficoltà. Sia il Team Canadese che quello Argentino erano fermi per delle forature, e i francesi si sono fermati ad aiutare i rivali. Proprio il canadese Adrian Tobler ha detto in serata: "Abbiamo ammirato l'abilità con cui il Team Francia ha riparato la mia foratura, utilizzando solo gli strumenti di base che abbiano e ciò ci ha fatto risparmiare un sacco di tempo".
Allo stesso modo Felipe Masionnave del Team Argentina: "Sono rimasto molto colpito quando ho saputo che la squadra francese, quando si è fermata per aiutarci, aveva appena soccorso già i colleghi canadesi. Davvero un gesto altruistico, quindi un grande grazie da parte nostra".

Il resto della cronaca della giornata ha visto qualche momento di tensione per passare la frontiera tra Cile e Argentina, poiché quando una organizzazione come questa si presenta con oltre 100 veicoli ad un valico di frontiera in un paesino sperduto, è normale che ci siano delle complicazioni burocratiche da superare.
Tomm Wolf, l’organizzatore del GS Trophy: "Devo esprimere la nostra gratitudine al personale di controllo delle frontiere sia di Cile e Argentina che hanno dovuto far fronte ad un afflusso improvviso e massiccio di mezzi e persone in due valichi di frontiera molto remoti. Entrambi hanno lavorato intensamente con noi nei giorni precedenti a questo evento in modo da poter fare una traversata veloce e mantenere il ritmo della manifestazione".

GS TROPHY 2012 – LA CLASSIFICA
TAPPA 1 E CLASSIFICA GENERALE

1 Latin America 32pts
2 France 30
3 Argentina 27
4 Alps 25
5 Italy 23
6 Germany 21
7 Canada 18
8 UK 17
9 Russia 16
10 CEEU/Poland 14
11 Brasil 12
=13 USA 7
=13 Japan 7
15 Spain 4

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 1
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 2
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 3
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 4
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 5
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1 - anteprima 6

BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1

BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Tappa 1

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , bicilindriche , enduro , personaggi , gare , fuoristrada , 800


Top