Eventi

pubblicato il 6 novembre 2012

BMW Motorrad GS Trophy 2012 al via

Pronti i 45 partecipanti al raid sudamericano in sella alle F 800 GS. OmniMoto.it ci sarà!

BMW Motorrad GS Trophy 2012 al via
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 1
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 2
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 3
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 4
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 5
  • BMW Motorrad GS Trophy 2012 - preview - anteprima 6

Mancano poche settimane al via della terza edizione del BMW Motorrad GS Trophy, il raid voluto dalla Casa bavarese per mettere alla prova le doti fuoristradistiche delle proprie moto e dei clienti affezionati. Quest’anno sarà il Sud America il teatro del rally a squadre in sella alle GS 800 e si svolgerà sulle piste e sentieri delle Ande a cavallo tra Cile e Argentina.
Saranno 45 i piloti provenienti da 19 nazioni che si sfideranno dal 24 novembre al 2 dicembre in un raid fatto non solo di guida ma anche di prove speciali, giochi di squadra e prove fisiche.
Per i partecipanti si tratterà anche di prender parte a un viaggio in panorami mozzafiato di questa regione della Patagonia, e di passare una settimana a pieno contatto con la natura senza dimenticare lo spirito di squadra.
Mentre scriviamo, le moto per il GS Trophy 2012 sono già in viaggio verso le coste cilene dove tra poche settimane saranno raggiunte dai propri piloti.

BMW: "NON E’ UNA GARA!"
Lo spirito con cui la BMW ha indetto anni addietro il GS Trophy è ovviamente promozionale, però, non ce ne vogliano a Monaco, come si fa a mettere 45 motociclisti in sella a moto tutte uguali, dividerli in squadre per nazionalità e stabilire tappe e prove speciali senza aspettarsi che nasca un sano spirito di competizione?
Il diktat dell’organizzatore, Tomm Wolf è però molto chiaro: "Il GS Trophy non è una gara!", e con ogni probabilità quest’anno l’organizzazione farà in modo che non insorgano problemi che possono portare a un’atmosfera poco piacevole tra le squadre (come accaduto due anni addietro in Sud Africa…)

Quindi, assodato che il GS Trophy deve essere un evento promozionale, riassumiamo cosa accadrà tra tre settimane in Sud America. I piloti amatori saranno 45 divisi in 15 squadre internazionali alle quali si aggiungerà un giornalista per ogni nazione, con funzione di supporto a ogni squadra. Il raid durerà sette giorni e coprirà circa 2.000 km.
Lungo il percorso, i partecipanti dovranno fronteggiare una varietà di prove, scelte per essere in linea con lo stile di vita BMW GS. Quindi ci saranno prove di navigazione, di abilità nella guida, di capacità di adattamento all’ambiente naturale e, ovviamente, prove volte a migliorare lo spirito di squadra.

L’organizzatore di BMW, Michael Trammer ha commentato: "In passato il GS Trophy è stato chiamato "Le Olimpiadi per i piloti GS". Quest'anno tutto ciò sarà vero più che mai, anche perché facendo partecipare piloti dilettanti ci avviciniamo al massimo allo spirito originario delle Olimpiadi greche.
Sulle nostre GS ci saranno gli stessi piloti che usano queste moto tutti i giorni e sono certo che la loro sarà un’esperienza ricca ed eccitante.
Attraverseremo posti incredibili che la maggior parte di noi non ha mai visto prima: passeremo per foreste, e montagne, costeggeremo dei vulcani e dovremo affrontare anche un ghiacciaio; tutti scenari molto diversi dai deserti e dalle pianure africane"
.

Le oltre 60 moto impegnate nel Trofeo sono state tutte preparate per la maratona sudamericana dalla Tourathech. I piloti saranno in sella alle F 800 GS, mentre gli organizzatori e le guide locali guideranno delle R 1200 GS Rallye e G 650 GS Sertao. Tutte le moto sono state preparate con accessori Touratech, ed equipaggiate con pneumatici Metzeler Karoo.

IL PERCORSO… E’ SEGRETO
Il BMW Motorrad GS Trophy inizierà il 24 novembre e terminerà il 2 dicembre. La partenza e l'arrivo saranno alle porte di Temuco in Cile e i piloti percorreranno un anello di circa 2.000 km attraverso le montagne che li porterà in Argentina e ritorno. L'itinerario esatto e il dettaglio delle prove speciali e di squadra è tenuto sotto segreto (forse per evitare spiacevoli situazioni accadute nel 2010 in Sudafrica…), ma Tomm Wolf dà una descrizione a grandi linee del percorso: "Per la maggior parte del percorso, il rally si snoderà su paesaggi montani, in un ambiente molto diverso da quello che hanno affrontato i partecipanti alle scorse due edizioni.
Abbiamo lavorato in collaborazione con le guide locali per creare un percorso in grado di permettere ai piloti di godere dell'incredibile bellezza naturale di questa regione. La strada sarà in maggiormente montuosa, ma incontreremo anche grandi tratti di foresta vergine e di altipiani e la guida sarà molto molto varia "
.

OMNIMOTO.IT IN SELLA AL GS TROPHY 2012
Come già accaduto nel 2010, OmniMoto.it offrirà ai propri lettori la copertura live dell’evento; e se in Sud Africa ci eravamo affidati al giornalista di supporto alla squadra italiana, stavolta sarà proprio uno dei membri della squadra tricolore, Carlo Morini, a scrivere per noi il suo racconto dal Sud America.
Appuntamento allora al 24 novembre per seguire le vicende della squadra italiana impegnata al BMW Motorrad GS Trophy 2012.

BMW Motorrad GS Trophy 2010 .

BMW Motorrad GS Trophy 2010 .

BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Prologo

BMW Motorrad GS Trophy 2012 - Prologo

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , enduro , gare , piloti , viaggi , rally , 800


Top