Sport

pubblicato il 6 novembre 2012

Sardegna Legend Rally 2012

Tre giorni di Rally amatoriale con partecipanti d'eccezione

Sardegna Legend Rally 2012
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 1
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 2
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 3
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 4
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 5
  • Sardegna Legend Rally 2012 - anteprima 6

Come in ogni autunno che si rispetti, in Sardegna si è svolto il Sardegna Rally Legend 2012, tra il sole ed il bel tempo, tra una perturbazione, e l’altra. Una tre giorni di fuoristrada con road book, e la perizia indiscussa degli inventori del Sardegna Rally Race. Tutto questo è Sardegna Legend Rally, tre giorni di road book a cavallo del primo ponte autunnale, con epicentro ad Arborea, costa Ovest.

Oltre cento i partecipanti, provenienti per la maggior parte, come sempre, dal "continente", oltre 700, invece, i chilometri percorsi. Alla manifestazione "non competitiva" si va armati fino ai denti, con l’ultima versione factory o con una "vecchia gloria", ma anche con i bicilindrici nati tra le dune del Sahara, vocazione religiosa di un pool di Super… appassionati come quelli del Club Super Ténéré. Da soli o in gruppo, o con l’intera formazione sociale, l'importante è partecipare, senza dimenticare che il Sardegna Legend Rally è un Rally a tutti gli effetti, l'unica cosa che manca, è il cronometro, e questo fa una grande differenza, perché regala quel qualcosa di più agli amatori ed agli intenditori.

Per quest’anno, la destinazione è stata il Sud Ovest della Sardegna. Da Arborea al mare del Sud, con il ritorno su una diversa direttrice ed un anello finale ancora attorno ad Arborea. Dario "Willi" Del Vecchio e Valter Pinna, i tracciatori del Mondiale, hanno confezionato un Legend sullo sfondo delle dune di Piscinas, dei villaggi minerari abbandonati di Is Arenas, Tini, Ingurtosu, la campagna e l’entroterra di Arborea. Foreste di lecci e faggi ancora impenetrabili nonostante l’inverno incombente, le rovine degli impianti minerari e stupefacenti rive del mare. I veri banchi di scuola sono poi i terreni, la navigazione, la lunghezza delle tappe, e molti partecipanti sono "ripetenti" non perché "asini", ma perché si sono affezionati al Legend Rally, proprio perché non è mai lo stesso.

Sì, sono quasi tutti amatori, ma tra questi si celano gli ospiti di "lusso" che sono un’altra delle belle tradizioni del Legend, come Cyril Neveu, alla seconda partecipazione, la campionessa del Mondo Camelia Liparoti, e Luca Manca con l’incarico di aprire la pista. E poi i fedelissimi. Renato Zocchi, Vittorio e Ottavio Missoni, Osvaldo Armanni. La famiglia Rovelli quasi al completo, Claudio Martinelli, Luca Dal’Oca, Andrea Accordino, Giulio Lorenzetti, Massimo Giusti o Lorenzo Travagliani, tanto per ricordare qualcuno, per raggiungere quota 105 partecipanti.

Per il Sardegna Rally Race 2013, che sarà la terza prova del calendario Mondiale, si parla di due tappe nel territorio del Sud Ovest, e di un bivacco di metà gara nello scenario della Dune di Piscinas, maestrale permettendo. Al Legend Rally, sognando ma non troppo, si parla spesso di fare il "grande salto", e di trasferire l’esperienza dell’evento amatoriale nella partecipazione al Mondiale.

Autore: Redazione

Tag: Sport , monocilindriche , bicilindriche , enduro , varie , fuoristrada , rally


Top