Attualità e Mercato

pubblicato il 30 ottobre 2012

Sicurezza stradale: guerrilla marketing a Firenze

L'iniziativa della facoltà di Architettura nell'ambito del progetto David

Sicurezza stradale: guerrilla marketing a Firenze

Per arrivare dritto al cuore dei ragazzi, talvolta occorre usare parole o immagini forti: parliamo di sicurezza stradale, che coinvolge chi ha un’auto, così come i più giovani che viaggiano in scooter o moto. Ecco allora uno dei 22 progetti proposti dagli studenti della facoltà di Architettura dell’Università di Firenze nell’ambito di un progetto di guerrilla marketing, legato al progetto David sulla sicurezza stradale (promosso dal Comune di Firenze e dall’associazione Lorenzo Guarnieri).

In particolare, un'auto incidentata da cui fuoriescono centinaia di bottiglie di alcol: è quello che possono vedere cittadini e turisti in piazza Annigoni. Una vista che può essere scioccante, ma che ha l’obiettivo di sensibilizzare in modo nuovo e originale i cittadini sugli incidenti e in generale sulla sicurezza stradale. "Sicuramente si tratta di una realizzazione d’effetto che, attirando l’attenzione, può essere utile per richiamare l’attenzione dei cittadini sulle tematiche della sicurezza stradale", commenta l’assessore alla Mobilità e manutenzioni Massimo Mattei.

Ricordiamo che David è un acronimo che sta per: Dati e analisi (ottimizzazione della raccolta dati sugli incidenti stradali); Aderenza alle regole (a partire da più controlli); Vita e educazione (diffusione di maggiore conoscenza delle regole e consapevolezza dei pericoli); Ingegneria (ovvero la messa in sicurezza delle infrastrutture e l’incentivazione di nuove tecnologie); Dopo la violenza (supporto alle famiglie e formazione degli operatori). L’obiettivo del progetto è di ridurre, entro il 2020, del 50% il numero di decessi e dei feriti gravi, ovvero salvare approssimativamente 58 vite umane.

Sette mesi fa il progetto David è stato presentato a un centinaio di studenti coordinati dal Professor Leonardo Chiesi che tiene il corso di sociologia urbana, ai quali è stato proposto di presentare progetti di guerrilla marketing, cioè idee inconsuete e sorprendenti, fuori dagli schemi, per realizzare degli allestimenti da collocare in vari punti della città che attirino l'attenzione del passante e facciano riflettere tutti sui comportamenti che occorre tenere quando ci si mette alla guida.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , sicurezza , codice della strada , alcol , citta


Top