Attualità e Mercato

pubblicato il 26 ottobre 2012

Roma e l'Euro1: "vittoria a metà"

Ecco l'Ordinanza n.240. Come e cosa cambierà nella Capitale

Roma e l'Euro1: "vittoria a metà"

I fatti: il 10 ottobre pubblichiamo la lettera del Coordinamento Italiano Motociclisti sulla "questione Euro1" a Roma indirizzata al Sindaco di Roma Capitale, Gianni Alemanno, un'ordinanza che escluderebbe la circolazione nell'"Anello Ferroviario" di quasi 100.000 due ruote tra moto e scooter. Poco dopo una settimana, è la FMI ad intervenire. La Federazione manda, tramite il Presidente Paolo Sesti, un'ulteriore scritto al Sindaco e all'Assessore Marco Visconti, chiedendo di intervenire urgentemente sull'inibizione della circolazione dei mezzi "vetusti", che tanto vecchi poi, non sono.

Stamane arriva la notizia: il Sindaco di Roma, ha firmato l’Ordinanza n. 240 del 25.10.2012, che modifica la precedente disposizione sulla circolazione dei motoveicoli "Euro 1" all’interno della Zona a Traffico Limitato denominata "Anello Ferroviario".

L’ordinanza prevede il fermo permanente, a partire dal 1 novembre 2012, per ciclomotori e motoveicoli 2 tempi Euro1 all'interno dell'Anello Ferroviario ed il fermo stagionale, dal 1 novembre 2012 al 31 marzo 2013, dal lunedì al venerdì, per ciclomotori e motoveicoli 4 tempi Euro1 all'interno dell'Anello Ferroviario, con accesso e circolazione comunque consentiti ai residenti.

I motoveicoli Euro1, 4 tempi, potranno riprendere a circolare entro il perimetro dell’Anello Ferroviario dal 1 aprile al 31 ottobre 2013, mentre il 1° novembre 2013 il blocco diventerà permanente. I motoveicoli di interesse storico e collezionistico, quindi iscritti ad un Registro Storico, potranno invece continuare a circolare.

"Siamo molto lieti di questa notizia – ha commentato Paolo Sesti, Presidente della Federazione Motociclistica Italianae desidero ringraziare sentitamente il Sindaco Alemanno e all’Assessore all’Ambiente, Marco Visconti, per la sensibilità dimostrata nei confronti degli utenti a due ruote, dopo il nostro "appello" lanciato lo scorso 18 ottobre insieme ad Ancma e Coordinamento Motociclisti, e dopo la mia lettera del 25 ottobre".

Insomma, si tratta di una "vittoria a metà", ma sicuramente è meglio di niente... In ogni caso, pare che la Citta di Roma voglia incentivare l'utilizzo delle due ruote, visto che non vi sono molte altre soluzioni per combattere il traffico. L’Ordinanza 240 non cita espressamente i motoveicoli di interesse storico e collezionistico, ma riconosce la validità di quanto stabilito dalla Deliberazione 615/2006, che permetteva la loro circolazione in deroga ai divieti. L'Assessorato all'Ambiente ha confermato in via informale alla FMI, che la circolazione delle moto storiche non viene inibita. La Federazione ha peraltro rivolto sull'argomento un quesito formale all'Assessore all'Ambiente e al Comandante dei Vigili Urbani del Comune di Roma e non appena avremo degli aggiornamenti ve li comunicheremo.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , codice della strada , citta


Top