Attualità e Mercato

pubblicato il 9 ottobre 2012

Milano: l'Area C resta attiva

Il TAR "boccia" la richiesta di Mediolanum Parking

Milano: l'Area C resta attiva

Torniamo, ancora una volta, a parlare dell'Area C di Milano. Riaperta nello scorso 17 settembre, continuerà a essere attiva. Ieri, infatti, la terza sezione del TAR della Lombardia ha respinto l’istanza cautelare di sospensione della delibera su Area C presentata da Mediolanum Parking Srl, la stessa azienda che ricorrendo al Consiglio di Stato in estate aveva chiesto e ottenuto che la "congestion charge" meneghina fosse sospesa perché danneggiava economicamente i proprietari delle autorimesse del centro.

"Siamo soddisfatti perché convinti di aver agito in maniera corretta - ha dichiarato l’Assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran -. Area C, provvedimento nato anche dai referendum ambientali, continua a dimostrarsi strumento utile per ridurre il traffico in città e rendere Milano più vivibile ed efficiente. Ora guardiamo con fiducia alla udienza per la trattazione del merito".

La giunta Pisapia aveva ottenuto la riapertura della ztl della Cerchia dei Bastioni attraverso una nuova delibera che prevedeva convenzioni a tariffe agevolate tra Comune e i gestori dei parcheggi privati del centro, ma l'adesione è sinora stata praticamente nulla: solo due garage su sessanta hanno firmato l'accordo con Palazzo Marino. Un prossimo passo dell'amministrazione milanese potrebbe essere quello di eliminare totalmente le strisce blu, spostando le auto in sosta in superficie verso i parcheggi interrati.

Intanto il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini si è espresso in maniera critica sul ticket di ingresso al centro di Milano, sostenendo che "le misure di riduzione del traffico in un solo comune non sono efficaci quando le condizioni meteoclimatiche non consentono all’ambiente di 'metabolizzare' gli inquinanti" e che la riduzione del traffico nel centro di Milano, che pure c'è stata, "non è efficace se la città resta circondata da una cintura di ‘ferro caldo’, ovvero di mezzi di trasporto pesanti che viaggiano con un regime di ‘stop and go’ caratterizzato da una cattiva combustione del diesel".

Autore: Daniele Pizzo

Tag: Attualità e Mercato , strada , varie , codice della strada , citta


Top