Sport

pubblicato il 5 ottobre 2012

WSBK 2012: Magny-Cours, Libere 1: Rea impone il ritmo

Jonathan precede Guintoli. Segue Camier. Biaggi sesto, Melandri ottavo

WSBK 2012: Magny-Cours, Libere 1: Rea impone il ritmo

La pioggia caduta su Magny-Cours nel corso della notte non ha rovinato la prima sessione di prove libere del round conclusivo, e decisivo, del Mondiale Superbike. I piloti della classi minori hanno infatti asciugato le traiettorie dell'autodromo francese, permettendo ai big delle derivate di serie di iniziare subito a lavorare a pieno regime.

Ad ottenere la miglior prestazione è stato Jonathan Rea, che quindi non sembra sentire minimamente la stanchezza del quinto week-end in pista consecutivo tra MotoGP ed SBK. Il britannico della Honda, che qui sfoggia i nuovi colori della gamma CBR 2013, ha girato proprio allo scadere in 1'39"064, balzando davanti alla Ducati di Sylvain Guintoli per appena 41 millesimi.

In terza posizione troviamo poi la Suzuki di Leon Camier, divenuta ormai una presenza costante nelle parti alte della classifica in questo finale di stagione. A tallonarla c'è poi il primo degli sfidanti di Max Biaggi nella corsa al titolo, ovvero Tom Sykes. Il pilota della Kawasaki ha chiuso staccato di circa tre decimi, rifilandone altrettanti al rivale dell'Aprilia, sul quale deve recuperare 30,5 punti in classifica, che ha chiuso in sesta posizione, alle spalle anche della Ducati di Davide Giugliano.

Per trovare Marco Melandri bisogna invece scorrere la classifica fino all'ottava posizione. Il pilota della BMW non ha ancora recuperato al 100% dall'infortunio alle costole rimediato a Portimao e si è piazzato alle spalle del compagno di squadra Leon Haslam, che è stato anche protagonista di una scivolata. La top ten poi si completa con Carlos Checa ed Eugene Laverty, con il pilota dell'Aprilia che apre la schiera dei piloti che hanno concluso con un ritardo di oltre 1". Subito fuori invece troviamo un terzetto di piloti italiani composto da Lorenzo Zanetti, Michel Fabrizio ed Ayrton Badovini, mentre Claudio Corti ha concluso con la 18esima prestazione all'esordio sulla Kawasaki del Team Pedercini.

Da segnalare anche i problemi tecnici che hanno colpito l'Aprilia di Chaz Davies, che non è riuscito a marcare neppure un tempo. Non è andata tanto meglio a Loris Baz, che per lo stesso motivo ha messo insieme appena sei giri con la sua Kawasaki.

World Superbike - Magny-Cours - Libere 1

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , bicilindriche , 1000 , quadricilindriche , pista , superbike , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top