Novità

pubblicato il 2 ottobre 2012

Nuovo Suzuki Burgman 650 2013

Tutto nuovo il top di gamma Suzuki, lanciato a Intermot 2012

Nuovo Suzuki Burgman 650 2013
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 1
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 2
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 3
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 4
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 5
  • Suzuki Burgman 650 - 2013 - anteprima 6

La Suzuki è riuscita a mantenere nel più stretto riserbo le proprie novità 2013, e lo ha fatto a ragione visto che aveva un paio di novità davvero interessanti.
La prima di esse è sicuramente il nuovo Burgman 650, che a distanza di dieci anni sostituisce il suo predecessore, probabilmente uno dei veicoli più longevi della storia dello scooter moderno.
Il Burgman 650 2013 si presenta del tutto nuovo, e lo fa con una linea piacevolmente moderna dalle forme arrotondate e sicuramente meno voluminose rispetto alla versione precedente.

Il telaio in tubi d’acciaio è stato ridisegnato nella parte posteriore per conferire al Burgman linee più filanti e affusolate e il forcellone è in lega leggera.
Il motore è il collaudatissimo bicilindrico parallelo da 638 cc progettato per la prima serie del Burgman, affinato con gli anni e dotato di iniezione elettronica, sistema di iniezione aria secondaria allo scarico e impianto con catalizzatore regolato e sonda lambda.
All’interno del motore sono state apportate migliorie volte a ridurre le perdite per attrito con l’obiettivo di abbassare i consumi del 15%. Per raggiungere questo risultato è stata aggiornata anche la trasmissione che, comunque, ripropone il medesimo schema precedente. Con un selettore al manubrio, infatti, è possibile scegliere tra la modalità di guida con cambio totalmente automatico o manuale. Scegliendo la trasmissione automatica, inoltre, è sempre possibile scegliere tra la guida in drive e quella in sport per adattare lo scooter alle proprie esigenze.
Per andare incontro alle esigenze del mercato futuro, la Suzuki ha deciso di equipaggiare il Burgman 650 di una nuova versione di impianto antibloccaggio ABS, alleggerito di oltre il 55% rispetto al precedente modello. Nuovi anche i dischi dei freni, ora con montaggio flottante.

COMFORT AL PRIMO POSTO
Essendo stato leader di mercato per molti anni, il Burgman vuole ribadire i concetti che lo hanno reso famoso, e quindi intende tornare sul mercato facendo leva sulle sue doti di comfort e comodità. Ritroviamo quindi una sella sontuosa a due piani, con lo schienalino del pilota regolabile in un range di 50 mm, ed è stato introdotto il parabrezza regolabile elettricamente.
La capacità di carico è sempre stata il fiore all’occhiello del Burgman, che anche in questa edizione si ripropone con un vano sottosella da ben 50 litri in grado di contenere due caschi integrali. Oltre al "bagagliaio", nel retroscudo sono presenti altri tre vani per vari oggetti, di cui uno dotato di presa di corrente per ricaricare il telefonino.
Per maggior praticità, inoltre, la leva del freno di stazionamento è stata spostata accanto alla sella.

Come sempre il Burgman 650 sarà proposto in due versioni, base ed Executive, con quest’ultimo modello equipaggiato anche con manopole riscaldabili, schienalino per il passeggero e sella completamente riscaldabile.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , bicilindriche , scooter , 600 , anticipazioni , intermot2012 , maxi scooter


Top