Sport

pubblicato il 24 settembre 2012

WSBK, Portimao, Melandri: gli esami escludono complicazioni

Macho: "Ero preoccupato, sentivo tanto dolore"

WSBK, Portimao, Melandri: gli esami escludono complicazioni

Attimi di grande apprensione nel corso della prima gara del weekend di Portimao del Mondiale Superbike. In seguito ad una toccata con Max Biaggi, Marco Melandri è caduto a terra, venendo colpito alla schiena dalla ruota anteriore dell'Aprilia di Chaz Davies che lo seguiva.

Il ravennate della BMW si è immediatamente alzato, correndo verso la via di fuga e dando un segnale positivo a tutti gli spettatori. Da li a poco però ha iniziato ad accusare un forte dolore e per questo è stato portato all'ospedale di Portimao per essere sottoposto a tutti gli esami del caso, che fortunatamente hanno evidenziato solo una contusione, che però lo ha portato a dover rinunciare a prendere il via anche in gara 2, precipitando a -38,5 in classifica.

"Sfortunatamente è stata un'altra cattiva giornata per me. Quando Max Biaggi mi ha superato ho mantenuto la mia linea interna e non lo avevo visto. Ho solo sentito un colpo sull'anteriore della mia moto e sono caduto, venendo colpito da qualcosa sulla schiena" ha detto Melandri, parlando dell'incidente.

"Ero molto preoccupato per la mia schiena, i reni ed il fegato, perchè sentivo davvero tanto dolore. Fortunatamente gli esami a cui sono stato sottoposto hanno mostrato che è tutto ok. Ora sto un po' meglio, ma ho anche preso un sacco di antidolorifici, però non mi sento ancora troppo bene" ha aggiunto.

Autore: OmniCorse.it

Tag: Sport , 1000 , superbike , piloti , incidenti


Top