Sport

pubblicato il 5 settembre 2012

MotoGP 2012: Aragon, Day 1, Pedrosa è il migliore

Lorenzo sulla M1 2013 non è contento. Rea è lontano, Bradl prava l'Honda di Casey

MotoGP 2012: Aragon, Day 1, Pedrosa è il migliore

La prima giornata dei test di MotoGP sul tracciato di Motorland Aragon si è chiusa ieri nel tardo pomeriggio nel segno di Dani Pedrosa. Lo spagnolo della Honda HRC ha girato in 1'47"938, risultando l'unico in grado di scendere sotto al muro dell'1'48" tra i piloti presenti (in Spagna ci sono appunto Honda HRC, Yamaha Factory Team e Honda LCR).

"Camomillo" ha continuato a lavorare con profitto sul setting della RC213V, anche se a fine giornata non era soddisfatto fino in fondo: "Abbiamo lavorato sul grip posteriore e sulla mappatura del motore. La sospensione oggi non era il massimo, quindi per ora il mio test non è perfetto. Domani riproveremo le stesse cose per farci un'idea di cosa poter usare nelle prossime gare".

Quasi mezzo secondo il distacco accusato dal leader della classifica iridata Jorge Lorenzo, che ha avuto modo di provare nuovamente il telaio in versione 2013 della Yamaha M1, senza riuscire però a trarre le indicazioni positive che sperava: "Non vedo questa gran differenza con quello precedente. Qui possiamo provare a battere il record delle 800 visto che il rettilineo aiuta molto le 1000, ma sarà necessario essere veloci anche nella parte tecnica, e ci stiamo riuscendo. Stiamo perdendo un pochino in velocità di punta rispetto a Dani Pedrosa, che pesa poco, ci mancano 4 o 5 km/h. Forse è quello il problema principale, ma questo circuito non è solo il rettilineo. Ci sono un sacco di curve e lì, ripeto, siamo veloci. Domani continueremo a provare il nuovo telaio, forse proveremo un nuovo motore per vedere se troviamo un po' più di potenza. Ci concentreremo anche sulle sospensioni e sulle forcelle per migliorare il feeling in entrata di curva" ha proseguito il maiorchino.

Un paio di decimi più indietro troviamo Ben Spies, che ha lavorato principalmente sul setting per l'anteriore della sua Yamaha, con l'obiettivo di trovare più fiducia in inserimento di curva. Chiudono il gruppo Stefan Bradl e Jonathan Rea: quest'ultimo ha girato ancora a oltre 3" da Pedrosa e in quest'ottica probabilmente non devono essere considerati casuali i giri completati anche da Bradl in sella RC213V di Stoner.

MOTOGP, Motorland Aragon, 04/09/2012
Prima giornata di test
1. Dani Pedrosa - Honda - 1'47"983
2. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'48"471
3. Ben Spies - Yamaha - 1'48"647
4. Stefan Bradl - Honda - 1'49"570
5. Jonathan Rea - Honda - 1'51"410

Autore: Redazione

Tag: Sport , 1000 , motogp , pista , personaggi , gare , piloti , personaggi famosi


Top