Sport

pubblicato il 27 agosto 2012

MotoGp, Test Brno: Crutchlow al top a fine giornata

Lorenzo è terzo con la Yamaha 2013, Rea al momento viaggia a 3"

MotoGp, Test Brno: Crutchlow al top a fine giornata

Cal Crutchlow è riuscito a mettere una bella ciliegina sulla torta al suo bel weekend di Brno, chiudendo davanti a tutti i test collettivi del lunedì. Dopo aver conquistato ieri il suo primo podio in MotoGp, il britannico della Yamaha Tech 3 ha girato in 1'56"461, limando di circa quattro decimi il suo tempo di ieri e avvicinandosi molto al giro veloce in gara di Jorge Lorenzo.

Oltre a trovare questa prestazione molto confortante, Cal sembra aver trovato degli ottimi riscontri anche a livello di setting, effettuando delle prove comparative di assetto che potranno rivelarsi molto utili per la parte conclusiva della stagione.

Quella di oggi però è stata una giornata davvero sensazionale per la squadra di Herve Poncharal, visto che in seconda posizione troviamo l'altra M1 di Andrea Dovizioso, che ha chiuso con un distacco di poco più di un decimo dal compagno di box. Tanto lavoro per il romagnolo, che ha provato anche delle nuove mappature.

In terza posizione, a completare la tripletta Yamaha, troviamo il leader del Mondiale Jorge Lorenzo, che in mattinata ha lavorato con la sua moto attuale, prima di salire sulla versione 2013 della M1. Pur essendo ancora dotata di una carena grezza color carbonio, la nuova creatura ha dimostrato subito di poter essere veloce, permettendo al maiorchino di realizzare un interessante 1'56"699.

Tempo che è stato più rapido di appena 4 millesimi rispetto a quello messo a referto da Dani Pedrosa, che anche oggi ha marcato a uomo il suo rivale nella corsa al titolo, risultando il più veloce tra i piloti in sella ad una Honda. Allo spagnolo è toccato un importante lavoro di sviluppo, visto che il suo compagno Jonathan Rea era impegnato soprattutto a prendere confidenza con la RC213V, sulla quale dovrà sostituire l'infortunato Casey Stoner nelle prossime due gare.

Il pilota proveniente dalla SBK si è migliorato costantemente nell'arco della giornata, iniziando sul passo del 2'04" e riuscendo a scendere fino ad un best lap di 1'59"595: un tempo che comunque lo tiene ancora lontano di circa 3" dalla vetta. Va ricordato che però per lui si trattava della prima presa di contatto con freni, gomme ed elettronica e che quindi forse è il caso di attendere i test della settimana prossima a Motorland Aragon prima di dare un giudizio.

Davanti a lui si sono infilate anche le due Honda satellite di Stefan Bradl, che ha provato novità a livello di sospensioni, ed Alvaro Bautista, che invece ha lavorato a stretto contatto con i tecnici della Showa, ma anche la Yamaha di un Ben Spies che invece sembra aver smarrito la strada che porta alle posizioni di vertice. Su una RC213V però oggi si è cimentato anche Loris Capirossi nell'ambito del suo ruolo di consigliere alla sicurezza, non andando affatto male a dispetto dell'età e della lunga inattività: sulla moto di Bautista ha girato in 2'00"4, salendo poi anche su tutte le CRT presenti, eccezion fatta per la ART-Aprilia.

Su quest'ultima ha fatto apprendistato Colin Edwards, provando quella di Mattia Pasini in vista di un possibile accantonamento della Suter-BMW a partire già dalla gara di Misano. Da segnalare anche la presenza in pista di Mike Di Meglie e Julian Simon sulle BQR-Kawasaki della Avintia Racing: i due piloti di Moto2 si sono alternati con i titolori Ivan Silva e Yonny Hernandez, con lo spagnolo che è stato anche vittima di una caduta che ha portato all'esposizione della bandiera rossa. Michele Pirro, infine, ha girato molto alla ricerca dell'affidabilità della sua FTR-Honda.

Come avrete notato, oggi erano assenti le Ducati: la Casa di Borgo Panigale sarà al lavoro domani e mercoledì a Misano, dove a scendere in pista sarà Valentino Rossi. Il test sarà aperto anche al pubblico, con l'ingresso alle tribune che costerà solamente 5 euro.

MOTO GP, Brno, 27/08/2012
Test collettivi
1. Cal Crutchlow - Yamaha - 1'56"461 - 47 giri
2. Andrea Dovizioso - Yamaha - 1'56"578 - 31 giri
3. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'56"699 - 54
4. Dani Pedrosa - Honda - 1'56"703 - 45
5. Stefan Bradl - Honda - 1'57"156 - 69
6. Alvaro Bautista - Honda - 1'57"161 - 62
7. Ben Spies - Yamaha - 1'57"474 - 15
8. Jonathan Rea - Honda - 1'59"595 - 61
9. Yonny Hernandez - BQR-Kawasaki - 1'59"743 - 40
10. Ivan Silva - BQR-Kawasaki - 2'00"667 - 83
11. Michele Pirro - FTR-Honda - 2'00"863 - 33
12. Loris Capirossi - Suter-BMW - 2'02"049 - 5
13. Colin Edwards - ART-Aprilia - 2'03"143 - 29

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top