Sport

pubblicato il 24 agosto 2012

MotoGp 2012, Brno, Libere 2: ancora Pedrosa, Lorenzo scivola

Jorge sta bene ed è attaccato a Dani. Si avvicina anche Valentino

MotoGp 2012, Brno, Libere 2: ancora Pedrosa, Lorenzo scivola

Il grande momento di forma di Dani Pedrosa continua anche nella seconda sessione di prove libere del Gp della Repubblica Ceca di MotoGp. Lo spagnolo della Honda ha messo nuovamente tutti in fila in 1'56"858, anche se il suo vantaggio nei confronti di Jorge Lorenzo si è decisamente ridotto rispetto a stamani.

Il leader della classifica iridata ha chiuso con appena 53 millesimi di ritardo nei confronti di "Camomillo", ma ha dato la sensazione di poter avere anche un passo migliore in ottica gara. L'unica nota negativa per il portacolori della Yamaha è stata una scivolata senza conseguenze avvenuta nella parte centrale della sessione.

In terza posizione troviamo poi un ottimo Andrea Dovizioso, che si conferma a sua volta in grando di reggere il passo dei primi due, attardato di appena un paio di decimi. Dietro di lui, il compagno di squadra Cal Crutchlow è risalito in quarta posizione proprio sotto alla bandiera a scacchi con la seconda Yamaha del team Tech 3.

Interessante anche il quinto tempo di Stefan Bradl, indicato nel paddock di Brno come il favorito per sostituire l'infortunato Casey Stoner nelle prossime due gare, nelle quali quindi potrebbe correre sulla Honda ufficiale, ma soprattutto stupisce Valentino Rossi.

Non è tanto la sesta posizione del ducatista a dover soprendere, quanto il distacco di meno di mezzo secondo da Pedrosa: in questa stagione il "Dottore" non era mai stato tanto vicino alla vetta in condizioni di asciutto. E per domani è attesa la pioggia, che invece ha sempre premiato la GP12.

In settima, ottava e nona posizione ci sono Alvaro Bautista, Ben Spies ed Aleix Espargaro, tutti protagonisti di cadute senza conseguenze. Lo spagnolo del team Aspar è stato comunque il più veloce tra i piloti in sella alle CRT, terminando la sessione a 2"3 di ritardo con la sua ART-Aprilia.

Da segnalare, infine, anche la caduta più cruenta, ma anche questa con pilota illeso, di cui è stato vittima Yonny Hernandez. La BQR-Kawasaki del colombiano è andata ad impattare contro le protezioni, danneggiando un airfence e costringendo la direzione gara ad esporre la bandiera rossa.

MotoGp - Brno - Libere 2

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top