Attualità e Mercato

pubblicato il 10 agosto 2012

Vacanze in moto 2012: carichiamo la moto

Cosa fare e soprattutto... cosa non fare...

Vacanze in moto 2012: carichiamo la moto

Continua il nostro "viaggio estivo" per il 2012. Nei giorni passati abbiamo affrontato diversi argomenti: si è parlato dell'abbigliamento estivo, delle borse e dei bauletti per la vostra moto, vi abbiamo riassunto i Viaggi di OmniMoto.it che potrete replicare, fornito una serie di Motoraduni Estivi per i mesi di agosto e settembre e infine vi abbiamo suggerito i controlli da effettuare prima della partenza. Il passo successivo è quello di caricare la moto e, dunque vediamo come fare e soprattutto cosa non fare. Non dimenticate di "chiudere" le regolazioni delle sospensioni se possibile (il precarico del mono, tanto per iniziare...), visto il maggior peso e, verificare la pressione dei pneumatici.

BAULETTI E BORSE LATERALI
Iniziamo dai fondamentali: la moto è "equilibrio" e dunque i bagagli vanno caricati sulla moto in maniera... "equilibrata"! Se avete le borse laterali, cercate dunque di "fare a metà" con il carico. Non occorre certo una bilancia, ma basta sollevare le borse per rendersi conto se queste abbiano una grossa differenza in termini di peso. La stessa cosa vale per il bauletto, soprattutto se questo è molto grosso; cercate di concentrare il peso verso il centro, o almeno di non mettere tutto il peso su un lato. Naturalmente controllate che una volta fissate le borse alla moto, queste siano ben salde al vostro mezzo, ma soprattutto non caricatele più di quanto indicato dal costruttore della borsa stessa e non superate il limite di velocità segnalato (le informazioni le trovate anche dentro le borse, solitamente sono degli adesivi ben visibili).

BORSE DA SERBATOIO
Se avete cura della vostra moto, non dimenticate di pulire bene sia il serbatoio che la parte inferiore della borsa, in modo da non graffiare il serbatoio (soprattutto se in metallo). Una buona idea può essere quella di porre un panno sottile tra i due, in modo che le calamite comunque possano aderire alla tanica. Utilizzare sempre il gancio di sicurezza da fissare al cannotto di sterzo o al manubrio (varia a seconda del modello delle borse) e attenzione alla forma della borsa stessa. La borsa da serbatoio non deve assolutamente impedire i movimenti dello sterzo, delle vostre braccia, del petto e soprattutto ridurre la visibilità (se troppo alta), inclusa quella del cockpit.

BAGAGLI VARI
Veniamo ora alla parte più... "interessante". Spesso se ne vedono di ogni, in particolar modo per coloro che si "arrangiano". Vero, non tutti hanno la possibilità di comprare borse dedicate, ma occorre sempre del buonsenso, perchè si rischia non solo di perdere i bagagli, ma anche di far male a qualcuno o creare spiacevoli incidenti se si perde il bagaglio. Fissare una borsa non tecnica alla moto può essere fatto, ma con un minimo di avvertenze. Vale sempre il "discorso sull'equilibrio" di sopra, ma fate attenzione quando fissate il "ragno" o i tiranti. Questi possono scapparvi di mano e finirvi negli occhi, inoltre vanno tirati il giusto, né troppo forte, né troppo poco. Non vanno fissati su parti che scaldano come motore e scarichi, né su parti in movimento, quali sospensioni e forcellone, o su materiali "deboli", come parti in pelle (pensiamo ai custom) o sugli indicatori di direzione. Fate attenzione che i fanali, gli indicatori di direzione e la targa siano visibili, inoltre ed evitate di fissate oggetti sul manubrio della moto. Oltre a tutto questo fate attenzione a caricare altri oggetti, quali... ombrelloni e sedie pieghevoli, se proprio dovete portarvi questi, caricateli in modo consono!

LA LEGGE
In tutto questo, non dimenticate il Codice della Strada. L'Art. 53 Comma 4 cita: "I motoveicoli non possono superare 1,60 m di larghezza 4,00 m di lunghezza e 2,50 m di altezza. La massa complessiva a pieno carico di un motoveicolo non può eccedere 2,5 t.". L'Art. 170 Comma 5 cita: "5. Sui veicoli di cui al comma 1 (motocicli e ciclomotori N.d.R.) è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati, che sporgano lateralmente rispetto all'asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri, ovvero impediscano o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti, è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore".

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Attualità e Mercato , accessori , varie , turismo , sicurezza , codice della strada , viaggi


Top