Sport

pubblicato il 4 agosto 2012

WSBK 2012, Silverstone, Superpole: il guizzo di Smrz

All'ultimo giro ha beffato Camier sul bagnato. Tutti indietro i piloti più attesi

WSBK 2012, Silverstone, Superpole: il guizzo di Smrz

Non c'è nessuno dei primi cinque della classifica del Mondiale Superbike sullo schieramento del round di Silverstone. Un clima molto "british" ha accompagnato una Superpole davvero combattutissima ed andata in scena nella sua versione bagnata, ovvero con due sessioni di 20 minuti. Ed entrambe sono iniziate con la pista molto bagnata, che poi è andata via via asciugando, regalando le prestazioni migliori proprio a tempo scaduto.

A conquistare la Superpole alla fine è stato Jakub Smrz, concedendo il bis a quella già ottenuta quest'anno al Miller Motorsports Park. Il pilota ceco del Liberty Racing ha spinto al massimo la sua Ducati nel corso dell'ultimo giro della Superpole 2, piazzando un crono di 2'20"810, beffando di appena 36 millesimi Leon Camier, che ha solo sfiorato la prima pole stagionale per la Suzuki.

E all'ultimo giro anche Sylvain Guintoli è andato a guadagnarsi il terzo posto in griglia, bagnando nel migliore dei modi il suo esordio in sella alla 1198R del Team Pata. La prima fila poi si completa con Leon Haslam, che sulla pista di casa è riuscito a tornare davanti a Marco Melandri dopo aver visto solo il codone del compagno di squadra per tanto tempo.

L'italiano della BMW domani scatterà dalla seconda fila, in sesta posizione. Davanti a lui si è inserito anche Davide Giugliano, velocissimo nella prima uscita della Superpole 2 nonostante una mano dolorante per la caduta di ieri. Peccato che poi il pilota della Ducati Althea si sia reso protagonista di una caduta che gli ha impedito di continuare a lottare per la pole.

Stesso discorso che vale anche per Carlos Checa e Tom Sykes, che quindi completano la seconda fila. In tutti e tre i casi si è trattato di cadute spettacolari, dovute a perdite improvvise di grip. Ma fortunatamente nessuno sembra aver riportato particolari conseguenze dal punto di vista fisico.

Tornando a Melandri, il ravennate si può se non altro consolare con l'essere in una posizione di vantaggio nei confronti di Max Biaggi. Il leader del campionato non è riuscito a trovare la giusta messa a punto per la sua Aprilia su questo tracciato ed è stato eliminato al termine della Superpole 1, nella quale non era riuscito a fare meglio dell'undicesimo tempo.

A precedere la sua RSV4 ci sono anche Loris Baz e Jonathan Rea, con il francese della Kawasaki che è stato decisamente sfortunato, perchè è rimasto escluso proprio sotto alla bandiera a scacchi senza avere la possibilità di replicare. Pochi minuti prima, infatti, era finito ruote all'aria proprio mentre occupava la prima posizione. E' anche vero però che questo forse è il primo errore della sua avventura in Superbike.

John Hopkins poi chiude la terza fila, mentre la quarta sarà composta da Maxime Berger, Eugene Laverty, Michel Fabrizio e Chaz Davies. Quest'ultimo è stato nuovamente rallentato da un problema tecnico patito dalla sua Aprilia nei primi minuti della Superpole 1.

World Superbike - Silverstone - Superpole

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top