Sport

pubblicato il 3 agosto 2012

WSBK 2012: Silverstone, Q1: Sykes supera Checa per pochissimo

Le Ducati "tengono", Melandri e Biaggi arrancano

WSBK 2012: Silverstone, Q1: Sykes supera Checa per pochissimo

Su una pista che andava via via migliorando ci ha pensato Tom Sykes a tenere alto l'onore dei piloti britannici nella prima sessione di prove ufficiali del Mondiale Superbike a Silverstone. A circa un quarto d'ora dalla fine il portacolori della Kawasaki ha realizzato il suo 2'06"115, poi non c'è stato più nessuno in grado di batterlo.

Quello che ci si è avvicinato di più è Carlos Checa, che con la sua Ducati ha chiuso staccato di appena 33 millesimi dopo essere stato il più veloce in mattinata. E restando in tema Ducati, bisogna dire che il Team Pata ci ha restituito un Sylvain Guintoli tirato a lucido e capace di sfoderare un ottimo terzo tempo.

Molto "british" il resto della top five, con Leon Camier che ha portato la sua Suzuki in alto come non aveva mai fatto in questa stagione, e Chaz Davies che ha preso le redini in casa Aprilia, con le due RSV4 ufficiali di Eugene Laverty e Max Biaggi che sono solamente in settima e 17esima posizione.

L'unica consolazione per il "Corsaro" può essere data dalle difficoltà che sembra accusare anche il suo principale antagonista nella corsa al titolo, ovvero Marco Melandri: il ravennate non è andato oltre il 12esimo tempo, ma la cosa che stupisce di più è che tutte le BMW sono rimaste fuori dalla top ten.

Nelle prime posizioni invece fanno da padrone le Ducati, perchè oltre a quelle già citate di Checa e Guintoli c'è anche quella di Jakub Smrz in sesta piazza, seguita poco più indietro da Lorenzo Zanetti e Maxime Berger, rispettivamente ottavo e nono.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , 1000 , pista , superbike , personaggi , piloti , personaggi famosi


Top