Novità

pubblicato il 7 settembre 2005

Benelli TNT 1130

Musa ispiratrice...

Benelli TNT 1130

Rispetto alla Tornado dalla quale deriva, la naked TNT si può definire come una moto completamente nuova. Sì perché in Benelli non hanno scelto la classica via della “rottamazione” delle carene, ma hanno dato il “via libera” ad una bella spolverata dell’intero progetto…che ha coinvolto in particolar modo ciclistica e propulsore.

Più che di una passata di panno, insomma, si dovrebbe proprio parlare proprio di rivoluzione… perché più dell’80% delle componenti del propulsore, ad esempio, sono state riprogettate per venire incontro alle particolari esigenze di una moto fuori dalle regole e nata per divertire.

Maxi cuore
Innanzitutto a crescere è la cilindrata. Dai 900 cc. della affascinante sorella pistaiola si passa ai 1130 cc. della TNT. La base è sostanzialmente la stessa, ma per far lievitare la cilindrata i tecnici umbri non hanno scelto di maggiorare semplicemente l’alesaggio ma hanno optato per una più complessa soluzione che prevede l’allungamento della corsa. I cilindri rimangono tre, le valvole 12 – comandate da due alberi a camme in testa – mentre sono stati ridisegnati i cilindri, l’albero a gomiti e…il grafico della curva di coppia, che ha il suo picco a quota 6.500 giri – 118 Nm – e genera una potenza massima di 127 CV a 9.250 giri.

umeri che “suonano” davvero bene e che, grazie anche al sofisticato sistema di iniezione elettronica, permettono al “Corsa Lunga” Benelli di rientrare nei parametri di rispetto ambientale Euro2.

Musa ispiratrice...
Da un punto di vista estetico TNT è indubbiamente originale. Lo sguardo è estremamente pungente, con quei due “occhioni” che richiamano gli insetti, ma anche nel profilo laterale sono evidenti e diversi dal solito i muscoli del serbatoio, l’andamento del codone – con lo scarico sottosella – e la forma ad “L” delle piccole carenature laterali…che hanno già fatto scuola: vedere per credere la nuova Kawasaki ER-6n.

Di elementi caratteristici, insomma, non ne mancano e così le estrose ventole sottosella della Tornado fanno la stessa fine delle carene. In questo caso, il maggior passaggio dell’aria permette di smaltire il calore in modo naturale…anche se non poteva mancare un particolare posizionamento dei radiatori, che è laterale come sulla Honda VTR SP-2 a tutto vantaggio della linea e, per quanto può servire in una moto di questo genere, dell’aerodinamica.

Ciclistica “fun oriented”
Come ogni buona maxi-naked che si rispetti non manca il manubrione largo, la sella bassa (78 cm da terra), ed una gommatura da brivido - 120/70 e 190/5 - che va a calzare dei bei cerchi da 17”.
Il telaio è fondamentalmente lo stesso della Tornado 900 Tre. Si tratta di una struttura che si fregia di diverse partenze nel mondiale Superbike e che solo in alcuni dettagli è stato adattato alle caratteristiche della TNT: uno di questi è l’angolo di sterzo, che ora è di 25.5°, che coincide con l’innalzamento di 15 mm dell’avantreno e l’abbassamento della stessa misura del retrotreno.

Traliccio di tubi d’acciaio non solo per il telaio, in ogni caso, ma anche per il forcellone che si annuncia estremamente rigido e versatile grazie ad un particolare eccentrico che facilita la regolazione della catena.

A controllare il suo movimento c’è un poderoso mono-ammortizzatore regolabile con anima in Ergal mentre davanti “lavora” una generosa forcella con steli da 50 mm pensata per fornire risposte estremamente sincere oltre che performanti.

Tutta Brembo
Anche TNT, come Tornado, monta un impianto frenante italiano - Brembo - con una coppia di dischi da 320 mm di diametro morsi da pinze “tradizionali” a quattro pistoncini  mentre dietro una pinza a doppio pistoncino si prende cura di un disco da 240 mm.
Le ruote in lega a 5 razze, caratterizzate da un peso contenuto e una ottima rigidezza sono equipaggiate da pneumatici 120/70 ZR 17 davanti 190/50 ZR 17 dietro, per il massimo dell'aderenza.

Quanto costa?
TNT in allestimento standard è proposta dalle concessionarie Benelli a partire da 12.900 euro iva inclusa. Per i più “smanettoni” segnaliamo che sono disponibili anche le sofisticate versioni “Sport” e “Titanium” rispettivamente in vendita a 14.200 e 19.600 euro.

Autore: Emiliano Perucca

Tag: Novità , strada , naked , tricilindriche


Top